Varese

Ascom Varese, le fiabe solidali aiutano le famiglie

Da sinistra, Crivellaro, Navarro, Tomassini, Parravicini, Ceccoli

Ancora una tappa nell’iniziativa promossa da Confcommercio Ascom Varese “Solidarietà in vetrina”. Quest’anno, dopo le poesie riprodotte sui segnalibri l’anno scorso, è stata la volta di un libretto, dal titolo “Nel reame della fantasia”, che ha proposto le favole scritte dagli alunni delle scuole secondarie di primo grado. Un volumetto elegante e ricco di storie, che è stato curato da Alessandro Ceccoli, ideatore dell’iniziativa e presidente del Comitato commercianti del centro. Selezionate da una giuria, le fiabe sono state riprodotte in una pubblicazione che, venduta, ha donato un assegno di 1100 euro ai Servizi sociali del Comune.

“E’ il secondo anno che collaboriamo – ha dchiarato l’assessore alle Politiche educative Patrizia Tomassini – e quest’anno i bambini, con la loro fantasia e il loro entusiasmo, sono riusciti a mettere insieme una cifra interessante, che aiuterà famiglie in difficoltà con bambini. Bambini hanno aiutato altri bambini meno fortunati di loro”.

L’assegno è stato consegnato dai dirigenti di Ascom Varese all’assessore ai Servizi Sociali, Gregorio Navarro. “Accolgo con gratitudine questo assegno dei commercianti. Un contributo utile ogni anno: nella scorsa edizione, sono state aiutate 11 famiglie in difficoltà (l’assegno è stato di 2600 euro, ndr.)”.  Ceccoli ha ricordato come l’iniziativa benefica è stata possibile grazie alla distribuzione nei negozi dei libretti, che si potevano acquistare con un’offerta. Il fiuduciario Ascom per la città di Varese, Marco Parravicini, ha ribadito i tratti dell’operazione “Solidarietà in vetrina”.

“Ho sempre creduto nel ruolo sociale dell’associazione commercianti – ha sostenuto Parravicini -, il commercio in una città non è solo business, ma è anche vita. Negli ultimi 18 mesi, sono stati raccolti più di 20 mila euro, e considerato il momento critico anche per i commercianti, non si tratta di una piccola somma”.

Presente alla consegna dell’assegno anche Emanuela Crivellaro, presidente del Comitato tutela del bambino in ospedale, che ha ricevuto un centinaio di copie del volume di fiabe. “”Due volte alla settimana organizzeremo una lettura animata delle fiabe in reparto. Protagoniste saranno le nostre volontarie che impareranno frequentando un corso tenuto da Betty Colombo”.

31 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi