Sport

Vivicittà, corsa non competitiva per atleti tricolori

Alessandra Pessina, Responsabile Progetti & Iniziative Uisp Varese

Sarà nel nome dell’Unità d’Italia che si correrà la XXVIII edizione del Vivicittà, tradizionale manifestazione podistica curata dalla Uisp, in programma quest’anno domenica 3 aprile alle ore 10.30, in simultanea in 43 città italiane, 18 città nel mondo, 12 campi profughi palestinesi in Libano, 17 istituti penitenziari e minorili compresa la casa circondariale di Busto Arsizio. “Vivicittà la corsa che unisce” perché Uisp prosegue il suo impegno per l’abbattimento di ogni forma di confine e di barriera, per la solidarietà internazionale, per la pace nel mondo, per i diritti civili sociali e ambientali e contro ogni forma di discriminazione e razzismo.

Il ritrovo varesino è alle ore 9.30 presso la Scuola Media Statale “S. Pellico” Via Appiani, 15 da dove poi si partirà in contemporanea con le altre città alle ore 10.30. L’appuntamento locale della corsa avrà come sottotitolo “La marcia del Pellicano”, perchè Uisp si avvale appunto, della preziosa collaborazione con l’Istituto Comprensivo Varese 2 (Scuola media S.Pellico) e con l’associazione genitori dell’istituto per l’organizzazione della manifestazione.

La corsa podistica non competitiva, che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Varese, vuole coinvolgere scuole, famiglie, singoli, gruppi sportivi e la cittadinanza tutta di Varese, provincia e fuori provincia, in una giornata di festa e divertimento, camminando o correndo per le vie della città.

“Uisp – dichiara Alessandra Pessina, Responsabile Progetti & Iniziative Uisp Varese – utilizza lo sport come canale privilegiato per trasmettere valori di impegno sociale, promuovendo coesione sul territorio e rimettendo al centro di ogni politica la persona, con le sue esigenze e le sue priorità. In particolare, Vivicittà a Varese permetterà ai partecipanti di rivivere per un giorno la propria città in modo diverso, valorizzando gli spazi urbani e all’insegna della sostenibilità ambientale, per un giornata ad impatto zero. I partecipanti sono invitati a venire a piedi, in bici o con i mezzi pubblici e a portare la bandiera della pace e la bandiera italiana.”

Il tragitto che verrà percorso, camminando o correndo, sarà di 6 Km tra Biumo e Masnago. Il costo dell’iscrizione all’iniziativa è di 3 Euro a persona, 10 Euro pacchetto famiglia (dai 4 componenti in su). Il ricavato verrà devoluto per sostenere un progetto promosso da Uisp e PeaceGames in Senegal, progetti nelle scuole di Varese e provincia e le attività del coordinamento migrante varesino.

I partners che collaborano alla manifestazione varesina sono: Istituto Comprensivo Varese 2, Associazione Noi Genitori Istituto Comprensivo Varese 2, A.S. D Run & Travel, A.S.D ARC Busto Arsizio, Comitato Provinciale Acqua Bene Comune.

Al termine della corsa verrà offerto un aperitivo tricolore per festeggiare insieme il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Uisp ribadisce, infatti, l’impegno di continuare ad organizzare manifestazioni che uniscono l’Italia, l’Europa e il mondo intero.

Con Vivicittà si rinnova il messaggio che accompagna la manifestazione fin dal suo debutto nel 1984: il rispetto per l’ambiente anzitutto, attraverso l’uso di materiale eco-sostenibile (manifesti in carta ecologica, shoppers e bicchieri in mater-bi, t-shirt in cotone biologico, raccolta differenziata dei rifiuti) e la sensibilizzazione all’uso consapevole dell’acqua, tema centrale della manifestazione di quest’anno. Tra i partner varesini, scelta non casuale, vi è, infatti, il Comitato Provinciale Acqua Bene Comune a cui anche Uisp aderisce, che collaborerà alla giornata e parteciperà attivamente con gazebo di promozione del referendum 2 Sì per l’Acqua Bene Comune e propri podisti e camminatori.

Infatti, i manifesti, i materiali e le t-shirt avranno il logo: UISP PER UN USO CONSAPEVOLE DELL’ACQUA e saranno accompagnati da una BROCHURE nella quale insieme ad una parte d’analisi introduttiva sui temi mondiali della gestione delle risorse idriche, verrà evidenziato il valore e l’importanza dell’acqua, suggerendo pratiche sostenibili per un uso consapevole della stessa nell’attività sportiva e nella vita di tutti i giorni. L’obiettivo è promuovere anche all’interno del mondo dello sport procedure di sensibilizzazione a difesa dell’acqua come diritto inalienabile e bene comune di tutti, promuovere e sollecitare i governi ed i cittadini ad atteggiamenti responsabili nella gestione e negli utilizzi di tale risorsa e promuovere infine, insieme ai partecipanti alle manifestazioni, atti concreti d’impegno.

La manifestazione gode dell’adesione del Presidente della Repubblica e dei patrocini della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero degli Affari Esteri, Ministero della Giustizia, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Ministro della Gioventù, Ministro per le Pari Opportunità e del Segretariato Sociale Rai.

29 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi