Varese

“Borgo Bello Varese”, un calcetto tutto al femminile

Un momento di entuasiasmo della squadra

Lancio in grande stile per la squadra del “Borgo Bello Varese”, una formazione di calcetto tutta al femminile che è stata presentata presso l’Amalfitana di via Dandolo a Varese. Una realtà multietnica formata da atlete italiane e atlete provenienti da Etiopia, Perù, Brasile, Paesi Africani, Romania, Ungheria e Marocco. Una realtà “grintosa” e determinata, che si riconosce in valori come aggregazione, pace e amicizia.

Un brindisi augurale, quello che si è svolto, ieri pomeriggio, presso l’Amalfitana di via Dandolo a Varese, per presentare una realtà che si confronta con altre tre squadre nel “Torneo di Calcetto Femminile 2011”, organizzato dall’Actl Varese, al quale, oltre al “Borgo Bello”, sono iscritte anche il Cral “Provincia di Varese”, il Cral “Alenia Aermacchi” e il Cral “Whirlpool”. Erano presenti tutti i dirigenti della squadra in rosa: il presidente Patrizia Tomassini, assessore alle Politiche educative di Varese, il vice-presidente Luisa Niada, l’osservatore tecnico Aldo Cappellani, il commissario tecnico Graziano Tolo, il consulente allenatore Marco Caccianiga, il capitano della squadra Magdolna Grasso. Dietro le quinte si muoveva il patron della di questa realtà sportiva, il dinamico Ninì della Misericordia, che per sé si è ritagliato il ruolo di regista.

“Quando mi è stato proposto di diventare presidente della squadra – racconta divertita l’assessore Patrizia Tomassini -, ho pensato fosse uno scherzo. Poi ho conosciuto la squadra e ho capito che era composta da donne di tutte le età, di nazionalità diverse, e allora mi sono lanciata in questa avventura. Alle ragazze coinvolte in questa esperienza ricordo sempre di essere corrette in campo e di non dimenticare mai che si tratta di un gioco”.

Ieri sera, prima discesa in campo della squadra nel torneo: la prima partita è stata disputata a Barasso contro il Cral “Provincia di Varese”. E’ finita con un sonoro 3 a 0 in favore del Cral, ma le ragazze del “Borgo Bello Varese” non si demoralizzano. Come nel caso di un’atleta del “Borgo Bello”, la varesina Francesca Paola Canali, maglia numero 10, che commenta con ironia, dopo la sconfitta: “Ci faremo strada… di noi si sentirà parlare ai quattro canti del mondo”.

29 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi