Varese

“Teatro & Territorio”, la poesia apre la rassegna

L'attore e regista Paolo Franzato

Parte domani pomeriggio la XVI edizione del Festival “Teatro & Territorio”, festival ideato e diretto da Paolo Franzato, organizzato e coordinato dall’Associazione e dall’Accademia da lui fondate (Teatro Franzato) e svolto grazie alla collaborazione storica del Comune di Varese (Assessorato alla Cultura, Assessorato ai Servizi Sociali e Circoscrizione 5). Titolo della rassegna di quest’anno, dedicata alla grande attrice Eleonora Duse, è “Teatri Uniti”.

Tanti gli eventi previsti nella rassegna di Franzato, manifestazioni e proposte originali, come quella d’apertura, in programma domani, domenica 20 marzo, a partire dalle ore 19.30, presso il Bettolino, all’Ippodromo. In occasione della Giornata Mondiale della Poesia, domani si terrà il reading-spettacolo “Sboccia una poesia”, un happy hour con attori, poeti e musicisti. Numerosi i partecipanti: i poeti Karin Andersen, Dino Azzalin, Chiara Bazzocchi, Dante Betteghini, Jane Bowie, Marcello Castellano, Rita Clivio, Terenzio Cuccuru, Vincenzo Di Maro, Corrado Guerrazzi, Gabriele Lazzari, Silvio Raffo, Fabio Scotto, Andrea Sempiana, Riccardo Tranquillini, Valentina Vannetti; gli attori: Raffaele Campolattano, Silvia Chiaravalli, Marco (Coach) Cocquio,  Alma Filpa, Ivana Franchi, Paolo Franzato, Nadia Guenet, Marcella Magnoli, Sara Malpetti, Marco Rodio, Irene Terzaghi, Liliana Torresin, Giuseppe Vassellatti, Chiara Zanzi; i musicisti: Paolo Frattini, Marco Mengoni, Patrick Robertson, Emiliano Romano, Silvia Venturini. Regia di Paolo Franzato. Partner organizzativo: Max Frattini.
 
Con l’evento di domani si apre la rassegna, che proseguirà martedì 22 marzo, ore 15, Istituto Comprensivo Varese 6, Via Morselli 8, Varese: “Le fiabe non ci fanno paura”, spettacolo con gli allievi del Laboratorio Teatrale della Scuola Media “Dante Alighieri”, attori: Matteo Alberti, Giulia Alesini, Samuele Busignani, Tobia Cantoni, Janis Carraro, Simone Ferraresi, Caterina Flossi, Giulia Gianotti, Marta Macaluso, Virginia Marinelli, Alberto Moschella, Alessandro Palma, Alessandro Polizzi, Greta Ricciardi, Giulia Satta, Andrea Terranova, Eleonora Tufano,  coordinamento Lidia Munaretti e Ilaria Zanoncelli, regia di Paolo Franzato, anteprima con invito. Un montaggio di alcune fiabe rielaborate e interpretate in maniera insolita, sarcastica, ironica e trasgressiva (replica mercoledì 23 marzo, ore 19, Scuola “Dante”).  

Venerdì 25 marzo, ore 17.30, Pasticceria Zamberletti, Corso Matteotti, Varese: i Venerdì di Bruno Belli, “25 anni di Teatro Franzato a Varese: un impegno di Cultura & Pedagogia, che prosegue…”, con Paolo Franzato.

Domenica 27 marzo, ore 16.30, Teatro “Mario Apollonio”, Piazza Repubblica, Varese: “I linguaggi dell’Amore”, interpreti e autori del Teatro Franzato, spettacolo di teatro-danza-video-poesia, VI ediz. Pomeriggi Teatrali (Circolo Endas), Premio Attore Culturale, Giornata Mondiale del Teatro. Interpreti: Raffaele Campolattano, Silvia Chiaravalli, Marco (Coach) Cocquio, Laura Filieri, Alma Filpa, Ivana Franchi, Nadia Guenet, Marcella Magnoli, Sara Malpetti, Caterina Murrazzu, Mauro Provvidi, Marco Rodio, Irene Terzaghi, Liliana Torresin, Giuseppe Vassellatti, Chiara Zanzi. Musiche di Bryan Adams, Tony Azz, Franco Battiato, Bjork, Vinicio Capossela, Enya, Florence and the machine, Dave Grusin, Carmen Iznaga, Massive Attack, Mina, Ennio Morricone, Raf, Sade. Immagini in video di Grazia Sabatini. Costumi di Marcella Magnoli. Regia di Paolo Franzato. Lo spettacolo trae ispirazione dalla poesia di Alda Merini, insieme a testi di Alessandro Baricco, Stefano Benni, Joyce Lussu, Antoine de Saint-Exupéry accanto ad altri originali e inediti degli stessi interpreti. Un grande happening di teatro contemporaneo che riunisce in sé attori, danzatori, narratori, immagini video, suoni e performance interattive contigue, ma ben distinte, al fine di rappresentare diverse possibilità di raccontare storie e situazioni. La musica, le voci, i corpi e la danza si colorano di un’interpretazione teatrale e drammatica, in una chiave contemporanea incalzante di energia e forza, affrontando il tema complesso e infinito dei linguaggi e delle varie forme dell’Amore, attraverso drammaturgie e coreografie originali e creative, le immagini video della scenografa Grazia Sabatini e una variegata e coinvolgente colonna sonora.

Martedì 12 aprile, ore 16.30, Auditorium “Carolina De Giorgi”, Via Landro 1, Varese: “Il Paese delle Scimmie”, spettacolo del Gruppo Bambini Accademia Teatro Franzato, interpreti: Elettra Aldivo, Luca Antonello, Giada Castriciano, Jessica Comin, Letizia Franchi, Simone Gravante, Matteo Mancosu, Dalila Massara, Sara Pironti, Giorgia Pomata, Eleonora Proto, Francesca Romana Magnasco, Julia Savorgnani, Matteo Sottocornola, Chiara Talamona, scene e costumi di Grazia Sabatini, assistente Chiara Zanzi, adattamento drammaturgico e regia di Paolo Franzato, debutto. Una rielaborazione della fiaba di Italo Calvino (Il Palazzo delle scimmie) in versione aggiornata, brillante e in dedica all’Italia d’oggi…( replica sabato 16 aprile, ore 18, Auditorium “De Giorgi”).  
 
Venerdì 15 aprile, ore 22, Druso Circus, Via Galimberti 6, Bergamo: “Trallallero”, spettacolo per la presentazione del CD live di Riki Cellini registrato a Varese nell’omonimo concerto-happening del dicembre 2010, con Valerio Baggio e Alberto Venturini.
 
Martedì 19 aprile, ore 21, Auditorium “De Giorgi”: “Garibaldi Story”, spettacolo del Gruppo Ragazzi Accademia Teatro Franzato, interpreti: Matteo Albergoni, Gaia Cairoli, Claudia Ceriotti, Gabriele Franchi, Cristian Frattini, Andrea Giaretta, Carolina Martinez, Elena Mezzanino, Chiara Ottaviani, Francesca Palermo, Piero Pesavento, Rachele Pesavento, Sara Pozzi, Jacopo Sarvello, Elena Scianna, Julia Scianna, Lorenzo Simone. Scene e costumi di Grazia Sabatini con la collaborazione di Elvira Pizzolato, assistenti Marco Rodio e Chiara Zanzi, regia di Paolo Franzato, debutto. Una originale ed esilarante ricostruzione della vita di Giuseppe Garibaldi in chiave divertente e ironica, seppur rispettosa, ma per l’appunto pensata ed elaborata per uno spettacolo gradevole interpretato da giovani tra gli 11 e i 15 anni (replica venerdì 29 aprile, ore 21, Auditorium “De Giorgi”, in occasione della Giornata Mondiale della Danza). 

Domenica 8 maggio, ore 16.30, Teatro “Apollonio”: “Io n’esco! Undici atti unici”, tratto da Eugene Ionesco, attori da: Accademia Teatro Franzato, Associazione Compagnia Duse, Laboratorio “Porto Teatro” e Scuola Teatrale “Città di Varese”, regia di Paolo Franzato, VI ed. Pomeriggi Teatrali. Lo spettacolo si compone di undici atti unici tratti dall’opera del grande drammaturgo del Teatro dell’Assurdo Eugene Ionesco. Così il regista Franzato ritorna al più popolare movimento teatrale d’avanguardia del XX secolo, in uno spettacolo-omaggio in cui dell’autore verranno rappresentati diversi testi, tra i meno conosciuti, in un susseguirsi di situazioni e personaggi fra l’ovvio e il logoro, perché tale è il loro immaginario. Personaggi che vivono inconsapevoli una tragedia: la tragedia del linguaggio, del loro linguaggio, fatto di cascami, frasi fatte, di concetti stereotipati. Affiora sempre, nelle opere di Ionesco, al di là di tutte le risorse del comico, un malessere profondo. Un’amara parabola, intrisa d’ironia, di assurdi e paradossi, che riguarda il nostro modo di essere, in cui non è difficile riconoscervi un desiderio di evasione dalla realtà del quotidiano. Questo il proposito di Ionesco: ricercare una realtà essenziale e dimenticata, resa nel gustoso spettacolo attraverso una regia giocata sulla bizzarria alogica e l’imprevedibilità fantastica, la carica satirica e il gusto del capovolgimento. Tutti elementi presenti in drammi esilaranti, in cui è avvertibile la coesistenza dei contrari: comico e tragico, ridicolo e struggente. Questa spettacolo rappresenta un evento unico nella storia dello spettacolo varesino: il cast degli attori riunisce un folto numero di interpreti e allievi di ben 4 scuole di teatro diverse della Provincia di Varese: Accademia Teatro Franzato, Associazione Compagnia Duse, Laboratorio “Porto Teatro” e Scuola Teatrale “Città di Varese”. Gli attori sono stati scelti attraverso un coordinamento dei rispettivi Direttori delle scuole, con l’obiettivo di promuovere una sinergia tra le varie realtà artistiche e teatrali del territorio, e di valorizzare gli interpreti che da anni svolgono studi, ricerche e lavori intorno al teatro, sulla scia di quanto già svolto nella scorsa edizione dei Pomeriggi Teatrali con la commedia “Molto rumore per nulla” realizzata dagli attori dell’Accademia Teatro Franzato e della Scuola Teatrale “Città di Varese”. 

Mercoledì 11 maggio, ore 21, Teatrino “Gianni Santuccio”, Via Sacco 10, Varese: “Orfeo all’Inferno” tratto dall’Operetta di Jacques Offenbach, con gli allievi dei laboratori di teatro e coro del Liceo Scientifico «G. Ferraris», regia di Paolo Franzato, direzione musicale di Alessandro Cadario, coreografie di Silvia Chiaravalli e Marco Rodio, costumi di Regina Valzano, scene di Angelo Pegoraro, coordinamento di Luca Cigolini e Marina Nicora, debutto (repliche giovedì 12 maggio, ore 21, Teatrino “Gianni Santuccio” e mercoledì 18 maggio, pomeriggio, Teatro Sala Fontana, Via Gian Antonio Boltraffio 21, Milano, nell’ambito della rassegna Laiv Action).
 
Venerdì 20 maggio, ore 22, Tondino, Viale Ippodromo 27, Varese: “Trallallero”, replica.
 
Sabato 18 giugno, ore 20.30, Auditorium “De Giorgi”: “L’Italia s’è desta” di Stefano Massini, I parte,recital del Gruppo Adulti Accademia Teatro Franzato, regia di Paolo Franzato, preceduto da presentazioni editoriali e incontri con autori Lorenzo Franchini e Giovanni Salvatore Astorino a cura di Andrea Fogarollo. Domenica 19 giugno, ore 20.30, Auditorium “De Giorgi”: “L’Italia s’è desta”, II parte, seguito da Canzoni d’autore del trio Lindbergh (Matteo Bestetti, Enrico Del Prato e Andrea Fogarollo).

Il Festival gode del Patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale della Lombardia, dell’Università degli Studi dell’Insubria, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico Territoriale di Varese, della Provincia di Varese, della Camera di Commercio di Varese, dell’Agenzia del Turismo della provincia di Varese e dell’Associazione Varese Europea.

19 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi