Varese

“I primi 150 anni” in mostra. Grazie ai collezionisti privati

Il vertice della benemerita associazione "Varese per l'Italia"

Primo evento del cartellone varesino per l’anniversario dell’Unità d’Italia, la mostra “I primi 150 anni”, che è stata inaugurata ieri pomeriggio nel Salone Estense, al primo piano del palazzo comunale e nei Giardini Estensi, dove hanno trovato spazio alcuni automezzi. Una mostra che sarà aperta fino al 21 marzo, giorno della visita del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. In Salone Estense sono state esposte numerose divise, dal Risorgimento all’ultimo conflitto mondiale, testimoniato dalla presenza delle divise delle campagne d’Africa e della campagna di Russia. Nelle vetrine sono state esposte anche diverse armi.

A tagliare il nastro, con una spada poco tagliente, il prefetto Vaccari, il sindaco di Varese, Fontana, l’assessore ai Grandi Eventi, Nidoli, l’assessore alla Sicurezza, D’Aula. A questo punto un pubblico numeroso, con molti rappresentanti politici del Comune e della Regione, oltre ai vertici delle Forze dell’ordine, è entrato a visitare una mostra che è stata resa possibile dall’impegno di collezionisti privati, gli appassionati Arnaldo Alioli, Alessandro Menna, Lorenzo Brambilla. Un contributo indispensabile, al di là della collaborazione tra Prefettura, Provincia, Comune di Varese e Comune di Solbiate Olona.

Domani sarà inaugurata la seconda mostra presso Villa Mirabello a Varese.

17 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi