Milano

Sgarbi al posto di Bondi, lo suggerisce il Pirellone

Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi nuovo ministro dei Beni culturali sarebbe una risorsa importante per l’Italia. Lo ha detto oggi l’assessore alla Cultura della Regione Lombardia, Massimo Buscemi, in occasione della conferenza stampa di presentazione della mostra “Gli occhi di Caravaggio – Gli anni della formazione tra Venezia e Milano”.

“Se avrò modo di parlare con il presidente Berlusconi in occasione dell’inaugurazione della mostra – ha proseguito Buscemi – gli esprimerò questa mia posizione. La nomina di Sgarbi a ministro sarebbe una grande gioia e porterebbe sicuramente una notevole ricchezza nella politica culturale”. La rassegna dedicata a Caravaggio, curata dallo stesso Sgarbi, è ospitata al Museo Diocesano di Milano (11 marzo – 3 luglio) e raccoglie le opere che hanno segnato la formazione artistica di Michelangelo Merisi. Alla conferenza stampa, oltre a Buscemi e a Sgarbi, sono intervenuti Letizia Moratti (sindaco di Milano), Iole Siena (presidente di Arthemisia Group), Paolo Biscottini (direttore Museo Diocesano) e Mina Gregori (storica dell’arte).

“Regione Lombardia – ha proseguito Buscemi entrando nel merito dei contenuti dell’esposizione – ha deciso di patrocinare e dare un contributo a questa iniziativa nonostante il periodo difficile da un punto di vista economico e finanziario”. L’assessore ha ringraziato poi Vittorio Sgarbi per l’idea della mostra e la “genialata” del titolo “che sicuramente attirerà molti visitatori”, ricordando anche la positiva collaborazione con lo stesso Sgarbi che ha portato ad ospitare a Palazzo Reale alcune mostre promosse da Regione Lombardia e dedicate ai temi ambientali.

“La nostra scelta in questa fase – ha sottolineato Buscemi – è di privilegiare i grandi eventi, le grandi mostre e le grandi istituzioni e fondazioni culturali che danno lustro alla Lombardia nel mondo. La nostra terra è spesso nota per il commercio, l’industria e la finanza ma va sempre ricordato che in Lombardia c’è un patrimonio artistico, architettonico, storico e monumentale di primaria importanza mondiale”.

10 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi