Varese

Down nel mondo del lavoro, grande risorsa

Foto di Carlo Meazza

Diventa ormai un appuntamento fisso per la nostra provincia, una riflessione sulla presenza positiva della persona down. E così, dopo che due anni fa, si era ragionato attorno alle prospettive del down, quest’anno l’attenzione si concentra su un altro grande problema, che certamente appare come un’opportunità importante per lo stesso down, ma soprattutto per tutti noi: ”La persona down e il mondo del lavoro”.

Su questo tema, alla presenza dal rettore dell’Insubria, Renzo Dionigi, a Varese si svolgerà un convegno il 23-24-25 marzo presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi dell’Insubria. Il convegno promosso dall’Università degli Studi dell’Insubria è stato organizzato in collaborazione con la Provincia di Varese, l’Azienda Ospedaliera Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Polo Universitario, l’Asl e il Comune di Varese. Il convegno può vantare importanti patrocini, come l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, il Senato della Repubblica, la Camera dei Deputati e il Ministero della Salute.

Durante le tre giornate circa sessanta specialisti nel settore medico, psicologico, sociale, scolastico, giuridico, economico e artistico si raccoglieranno nell’Aula Magna dell’ateneo per approfondire molteplici tematiche relative al convegno. Il progetto vuole essere una ricerca sulle opportunità di inserimento, nel mondo del lavoro, che la nostra società offre ai giovani adulti con sindrome di down. L’inserimento lavorativo, infatti, rappresenta una grande opportunità di crescita e di impegno per i ragazzi, coinvolgendo, come sempre, anche la famiglia, supporto in questo importante momento di autentica autonomia .

Come ha detto questa mattina, alla presentazione del convegno, il presidente della Provincia, Dario Galli, “a Varese iniziative sui disabili non mancano, alcuni risultati pratici si ottengono, il territorio mostra grande capacità di attenzione”. Per la dottoressa Giovanna Brebbia, dell’Ospedale di Circolo, responsabile scientifica del convegno, “il momento di approfondimento del 2009 ha prodotto nuovi progetti di inserimento nelle scuole professionali e progetti di lavoro. Ci auguriamo che accada ancxhe in seguito a questo secondo convegno”. Per Pierluigi Zeli, dg dell’Asl di Varese, la presenza del down nel mondo del lavoro “mostra come queste persona diano davvero il massimo sul posto di lavoro e per le loro caratteristiche umane spesso riescono a creare più serenità attorno a loro”.

Ad aprire le tre giornate di convegno, un trailer, che si può vedere su youtube (http://www.youtube.com/watch?v=r3NhiYLliSE ), che è stato “confezionato” nell’ambito del Laboratorio multimediale dell’Università dell’Insubria, ed è stato curato da tre stagisti sotto la direzione della professoressa Marta Ferrari. E poi, dal 28 marzo al 5 aprile, presso la stessa Insubria una bella mostra con immagini in bianco e nero scattate dal fotografo varesino Carlo Meazza.

10 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi