Economia

Premiata la “8a+”, eccellenza varesina della finanza

Il premio offerto da Mondo Hedge. Lo ritira l'ad Andrea Pastorelli

Un’eccellenza varesina nell’ambito finanziario, dove si muovono colossi dai grandi numeri e dalle innumerevoli ramificazioni. La “8a+Investimenti Sgr”, società di gestione del risparmio che vede al timone Marco Bartolomei, presidente, con Mauro Maritano, vice, e l’ad Andrea Pastorelli, ha ricevuto un prestigioso riconoscimento, il “Premio Alto Rendimento”: gliel’ha attribuito il quotidiano Il Sole 24 Ore per il fondo azionario europeo “8a+Eiger”. Alla società varesina è andato un uovo dorato, simbolo del sogno di molti risparmiatori di trovare “la gallina dalle uova d’oro”, in grado di dare frutti con pochi rischi. Un premio che segue un altro riconoscimento, ottenuto dalla società con sede in piazza Monte Grappa dalla  rivista specializzata ”Mondo Hedge”, per un altro fondo societario come Miglior Fondo Ucits III Equity market neutral 2010. Quest’ultimo ha un rendimento del 5%, con rischi bassissimi per il cliente. Una cosa da far concorrenza alle obbligazioni.

Ma qual è il segreto di questa società “made in Varese” che sta collezionando performance invidiabili e premi prestigiosi? A spiegare la ricetta ci pensa il presidente Marco Bartolomei. Lunga carriera a Milano nel mondo delle banche e della finanza, e poi la scelta, lui varesino, di fermarsi nella sua città per lanciare questa società. “Questa società è partita quattro anni fa, con le idee chiare, ma, putroppo, nel corso della crisi peggiore dal ’29 ad oggi”. Triplo salto mortale: entrare in scena mentre le imprese chiudono e l’incertezza regna sovrana sui mercati internazionali. E allora? “Allora abbiamo pensato di concentrarci su pochi fondi (noi ne gestiamo quattro), con un alto valore aggiunto in termini di qualità e professionalità”.

Una ricetta, insomma, da “made in Italy”: segmenti di mercato circoscritti, prodotti di grande qualità, impegno a diventare leader pur trovandosi in un contesto che certamente non agevola innovazione e imprenditorialità. “Siamo una realtà nazionale, circa tremila clienti, una ventina a Varese, con pochi, buoni titoli nel portafoglio e pochi fondi di qualità che gestiamo. Scegliamo, selezioniamo, e dunque ci mettiamo la faccia nelle nostre proposte, senza seguire pedissequamente gli andamenti del mercato”. Una rucetta che si sta affermando, uno stile che piace e che porta non solo singoli clienti, ma anche enti e banche a rivolgersi alla piccola società varesina che punta in alto. Un’eccellenza del territorio, su un fronte tra i più sofisticati e innovativi.

9 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi