Varese

8 marzo, anche a Varese le donne hanno i numeri

La manifestazione presso il salone Estense

Un otto marzo, ieri, che a Varese ha registrato un ricco ventaglio di iniziative, accomunate dalle donne come protagoniste. Una serie di manifestazioni che hanno portato a conoscere di più e meglio le molte sfaccettatture dell’universo femminile, che ha partecipato con interesse alle iniziative che hanno preso corpo nel capoluogo.

A partire dalla manifestazione che, per tutto il pomeriggio di ieri,  ha fatto confluire molte donne al Salone Estense, cuore pulsante della città. Pieno successo per “Donne Nonsoloinfesta”, l’iniziativa organizzata dall’assessore alle Politiche Educative e Pari Opportunità, Patrizia Tomassini, rimasta felicemente sorpresa per la grande partecipazione riscontrata a questa nuova manifestazione. “Certamente una proposta interessante, che va ripetuta anche il prossimo anno”, ha detto la Tomassini. “L’obiettivo era quello di fare emergere le tante qualità di noi donne, una finalità certamente raggiunta grazie al contributo portato da tante donne varesine”. Con lo sfondo di immagini scattate dalla stessa Tomassini, nel Salone Estense si è assistito alla proposta di pagine teatrali, a performance musicali, a lettura di testi poetici. A rendere ancora più ricca l’iniziativa, anche la presenza del Gruppo bosino, che ha eseguito canzoni in dialetto. Grande presenza di donne esponenti di realtà dell’associazionismo e del volontariato.

Ha partecipato alla manifestazione anche l’assessore comunale allo Sport e ai Grandi Eventi, Sarah Nidoli, che ha rivolto alle donne in sala un augurio di un buon otto marzo. Presenti anche il segretario generale Ciminelli e il vicesindaco De Wolf.

Altra iniziativa che ha visto una grande partecipazione di donne è stata l’apericena organizzata, a Filmstudio 90,  dall’associazione L’Albero di Antonia, dalle donne dell’Unione sindacale di base e da Filmastudio 90. Un’iniziativa che ha offerto un ricco buffet, un’occasione di incontro tra donne, la possibilità di vedere il docu-film “Pink Gang”, del torinese Enrico Bisi, prodotto da La Sarraz Pictures, con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte. Storia di una reazione femminile a sopprusi e predominio maschili, realizzata con mezzi inediti e una grande determinazione. 

Infine, in serata, pubblico largamente femminile allo spettacolo che si è tenuto al Teatro Apollonio di Varese. Con il suo “Terrybilmente divagante”, l’attrice comica Teresa Mannino ha animato uno speciale Festa della Donna, che ha visto affollare il teatro, con una lunga fila, prima dello spettacolo, al botteghino di piazza Repubblica.

- FOTOGALLERY

9 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi