Varese

A Varese il tricolore agita le acque del Consiglio

Il tricolore esposto dal consigliere Pitarresi in aula

Una seduta del Consiglio comunale di Varese, ieri sera, che si è tinta di bianco, rosso e verde. Frequenti, com’è ovvio, vista l’imminenza della festa nazionale, le incursioni di polemiche e riferimenti alla celebrazione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Presente in aula, questa volta, il neo-assessore allo Sport e ai Grandi Eventi, Sarah Nidoli, che si è a lungo trattenuta a conversare con il sindaco Fontana.

Quest’ultimo, all’inizio di seduta, ha comunicato ufficialmente all’aula che il 21 marzo sarà a Varese in visita il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. “Tutti i consiglieri sono impegnati quel giorno alle 11-11.30 per un doveroso saluto al presidente”.

E’ poi intervenuto il capogruppo Pd, Emiliano Cacioppo, che si è rivolto all’assessore Nidoli, per ricordarle che il suo compito. “Il suo compito è uno – ha detto Cacioppo -, nonostante la freddezza della maggioranza: quello di programmare degnamente le iniziative per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Vogliamo sapere da lei e dalla giunta le iniziative che saranno messe in campo”. Cacioppo ha ricordato che i diecimila euro per le celebrazioni sono stati messi a disposizione grazie ad un emendamento presentato dal Pd.

Si è poi assistito ad un’offensiva leghista contro la bandiera tricolore esposta in aula dal consigliere Pdci Pippo Pitarresi. Tutto è iniziato con l’intervento del consigliere leghista Moroni, che si è rivolto al presidente del Consiglio comunale Morello per invitarlo a rimuovere la bandiera tricolore esposta dal consigliere Pitarresi. “A me è stato mandato un commesso per togliere la bandiera della Padania”, ha ricordato Moroni. Bollando l’esposizione del tricolore come “un atto di mancanza di rispetto”, Morello ha invitato Pitarresi a togliere il tricolore. “Non lo tolgo – ha risposto Pitarresi – fino a quando la bandiera ufficiale resta nascosta dietro il tabellone elettronico”. Dietro ad un impegno del presidente, la bandiera è stata rimossa dal consigliere.

Nel frattempo, il consigliere Pd Fabrizio Mirabelli ha fatto girare un foglio con la proposta di fare suonare, all’inizio di ogni seduta del Consiglio, l’inno di Mameli. Una richiesta firmata da tutti i consiglieri, tranne i leghisti.

8 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi