Varese

A Varese Pd, Sel e Idv navigano verso l’alleanza

La sede del Comune di Varese

Proseguono frenetici gli incontri nel campo del centrosinistra. Dopo un primo incontro bilaterale, tenutosi nei giorni scorsi, tra Sel e Idv, ieri sera se ne è svolto un altro tra Pd e Sel. Un percorso importante, in vista delle prossime elezioni comunali di Varese, dato che è realistica la possibilità che il centrodestra, falcidiato da una miriade di liste e formazioni che attingono dal suo stesso bacino elettorale, non riesca a vincere al primo turno. E questo nonostante il candidato del centrodestra, il sindaco uscente Attilio Fontana, che certamente gode di una certa popolarità nel capoluogo.

Ieri sera, dunque, incontro tra le delegazioni di Pd e Sel. I due partiti sono accomunati, come recita uno scarno comunicato stampa congiunto firmato da Pd e Sel, dalla scelta di “ricercare con IDV un’intesa comune sui seguenti punti: PD, SEL, IDV costituiscono il punto di riferimento per una nuova prospettiva di centrosinistra a Varese, alternativa all’attuale coalizione di destra che guida la città; gli stessi partiti individueranno un candidato sindaco ed elaboreranno una proposta politico-programmatica aperta al confronto con altre forze politiche e altri soggetti, anche civici; si propone di conferire al candidato sindaco il ruolo di rappresentante della coalizione, incaricandolo di promuovere i prossimi incontri, cui PD, SEL e IDV parteciperanno con ruolo paritetico”.

Dunque, i primi passi di un cammino concreto verso l’alleanza sono stati fatti. Sgomberato il campo dalle primarie, che vedevano il Pd diviso, il comunicato conferma che l’anima dell’alleanza è formato, “con ruolo paritetico” da Pd, Sel e Idv. Non si nomina come alleato, in questo caso, la Federazione della Sinistra, rispetto a cui il Pd non si era mai espresso favorevolmente. 

Certamente un passaggio fondamentale, a questo punto, sarà la convergenza su programma e candidato-sindaco. Luisa Oprandi, candidata dal Pd, potrebbe diventare così candidato-sindaco di tutto il centrosinistra. Ad una condizione: che riesca a convincere un’ampia fascia di elettori della società civile poco motivati a votare.

2 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi