Lettere

Fontana e l’Unità

Il sindaco Fontana risale addirittura a Togliatti per spiegare che è la sinistra a non voler onorare il tricolore. Eppure, non più di cinque mesi fa la “sua” Lega causò la caduta dell’Amministrazione di Malnate per difendere l’Assessore Mingardi, che utilizzava quel simbolo come carta igienica. Fa addirittura riferimento alla falce e martello per dimostrare l’incoerenza del Partito democratico.
Imputa, infine, il ritardo nell’attuare il regionalismo al PCI degli anni 60 e 70

senza far riferimento al fatto che il federalismo del titolo quinto venga proprio da una riforma costituzionale del centrosinistra.

Argomenti a cui si dovrebbe rispondere solo con una risata se non venissero dal primo cittadino di Varese. Fontana annuncia anche che lui lavorerà il17 Marzo, festività per il 150esimo anniversario dell’Unità di Italia. La nostra candidata Luisa Oprandi ha ricordato opportunamente l’importanza di questa festa. Fontana farà bene a lavorare per la visita del capo dello Stato, se in
questo mese non riuscirà a preparare tutto il necessario.

Eppure non era necessario sottolineare lo sforzo senza essere strumentali. A molti lavoratori succede di lavorare per necessità durante le feste… Ciò che mi importa è che Fontana onori il suo “lavoro”, presenziando alle iniziative pubbliche che in quel giorno onoreranno la ricorrenza. Con il tricolore, che ora sembra apprezzare tanto, sul petto.

Andrea Civati

21 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi