Varese

“Una bella città”. Junior Chamber promuove Varese

Da sinistrra, Angelini, Harada e Chiara Milani

I presidenti europei della Junior Chamber International si sono riuniti, questa mattina, nel cuore stesso della città giardino: il Salone Estense. Una sessione di discussione che affrontava diversi temi. Impassibili ed eleganti, i delegati di questa organizzazione giovanile prendono la parola, votano, applaudono. Tutto molto british. A fare da tramite tra questi ragazzi e la città, gli amministratori, i media, una giornalista varesina come Chiara Milani, che del sodalizio è stata prima presidente nazionale, poi vicepresidente internazionale e oggi ricopre il ruolo di assistente esecutiva del presidente internazionale, il giapponese Kentaro Harada. ”Ha molto apprrezzato la nostra città – svela la Milani ai giornalisti -, per la bellezza del paesaggio e per l’accoglienza dei varesini”.

E’ lei che spiega che al centro del dibattito dell’associazione ci sono temi importanti, come il business etico, un’iniziativa targata Nazioni Unite, alla quale hanno aderito 6000 imprese sparse in tutto il mondo, e l’omoijari, che significa comprensione e rispetto reciproco, ingredienti fondamentali, dice la Milani, per costruire la pace tra i popoli.

Al centro della mattinata l’incontro con l’amministrazione comunale, rappresentata dall’assessore alla Promozione del territorio, Enrico Angelini. “Un bel meeting – dice Angelini -, baciato dalla buona sorte: c’è un sole splendente”. Parole di attenzione e apprezzamento arrivano da Angelini, soprattutto nei confronti dei valori di questi 150 opinione leaders, che provengono  da oltre trenta nazioni. “Amiamo molto la nostra città e il nostro territorio – continua l’assessore -, ma siamo convinti che è sempre necessario alzare gli occhi e guardare l’insieme del mondo”. Angelini omaggia i ragazzi di una serie di prodotti tipici varesini, ma soprattutto del nuovo Dvd dal titolo “Varese, suoni e clori nella terra dei laghi”, per la regia di Mauro Campiotti. “Speriamo che l’emozione con cui guardiamo ogni giorno la nostra città, possa essere trasmessa da voi all’estero”.

19 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi