Varese

In Comune si parla di Garibaldi. Ma senza garibaldini

Battaglia garibaldina

Sia pure con ritardo imperdonabile, e non avendo ancora presentato alcun cartellone di eventi per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il Comune di Varese propone un appuntamento presso la Biblioteca civica. Nell’ambito delle presentazioni di volumi che la Biblioteca ospita nei suoi spazi, venerdì 25 febbraio, alle ore 18, sarà presentato il volume “Varese Garibaldi ed Urban nel 1859″, scritto nel 1863 da Giuseppe Della Valle (1823-1877), un sacerdote , da tempo introvabile in libreria. Un racconto della battaglia di Biumo Inferiore del 26 maggio 1859 che le camicie rosse combatterono contro gli austriaci del maresciallo Karl von Urban, e in cui lasciò la vita il patriota Ernesto Cairoli, al quale è intitolato il liceo classico cittadino. 

L’iniziativa è stata promossa, oltre che da palazzo Estense, anche da Anpi, Istituto varesino “Luigi Ambrosoli” per la storia dell’Italia contemporanea e del movimento di Liberazione, edizioni Arterigere che curano la ristampa del volume. Stupisce, però, l’assenza dell’iperattiva associazione “Varese per l’Italia” di Barion, Gervasini e Prevosti, una realtà che sta preparando diverse iniziative sul fronte delle celebrazioni, spesso con un occhio di particolare attenzione al mondo della scuola. Un comitato che realizzò un corteo garibaldino che fece parlare di sè e che vide anche la presenza del ministro La Russa. Stupisce l’assenza in questa iniziativa soprattutto perchè l’associazione varesina ha nel proprio nome un esplicito riferimento alla battaglia del 26 maggio 1859 a cui è dedicato il volume.

Nel corso dell’incontro alla Biblioteca Civica di Varese prenderanno la parola Angelo Chiesa, presidente provinciale dell’Anpi, e Enzo Laforgia, presidente dell’Istituto Storico “Luigi Ambr0soli”.

16 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi