Milano

Varese sbarca in Bit. E ospita buyers di mezza Europa

La presentazione della Bit in Provincia

C’era una volta un periodo in cui Varese ignorava la Bit, la Borsa Internazionale del Turismo in programma, dal17 al 20 febbraio, presso il quartiere fieristico di Rho-Pero. Tante Province, tante Camere di commercio, si presentavano agli addetti ai lavori e al pubblico con i loro stand, con i materiali informativi, con i gadgets più fantasiosi, ma Varese non c’era, nessuna traccia. Un esempio di davvero scarsa lungimiranza, di miopia. Ma ad un certo momento si è invertita la marcia.

E’ arrivato il patto di ferro tra Camera di commercio e Provincia di Varese, che poi ha dato nuovo slancio all’Agenzia del turismo, oggi presieduta dal presidente della Provincia, il leghista Dario Galli. E da quel momento, alla Bit, Varese ci è andata, eccome. Un appuntamento che, all’interno dello spazio messo a disposizione dalla Regione Lombardia, richiama tanti a conoscere le bellezze (anzi, no: oggi si dice le eccellenze) del nostro territorio. E’ certo molto difficile misurare i risultati dell’Agenzia, ma certamente ora Varese è presente in una delle principali vetrine dell’industria turistica nazionale ed europea.

Questa mattina, a Villa Recalcati, alla presenza del presidente della Provincia, Galli, e della Camera di commercio di Varese, Amoroso, è stata presentata l’offerta provinciale alla Bit, un unico corner con 12 postazioni. Un sacco di gadgets fatti con materiale riciclato (un simpatico appendiabito si esaurirà immediatamente), e i ragazzi dell’Itpa Casula a fare da Ciceroni. Non mancheranno neppure gli assaggi: i Brutti e Buoni, i ciocciolatini Lindt, il miele di produzione locale. ”Ha sempre destato curiosità tra addetti ai lavori e visitatori, il nostro spazio, soprattutto negli ultimi due anni”, ha detto il presidente Amoroso. Che ha aggiunto: “E’ anche il momento per una verifica e per eventuali cambiamenti da fare”.  Il bravo assessore alla Cultura, Francesca Brianza, ha aggiunto: “Vogliamo presentarci in Bit proponendo le cose che ci caratterizzano: ci saranno i remi per il cannottaggio, una moto MV Agusta, grandi immagini del nostro territorio”.

Una vetrina utile per farsi conoscere. Ma anche una vetrina che, per la prima volta, arriva sul nostro territorio. Come ha spiegato il direttore dell’Agenzia del turismo, l’elegante Paola Della Chiesa, la nostra provincia si aggancerà alla Bit per ospitare, per tre giorni, sei buyers del settore provenienti da Spagna, Germania, Francia, Lussemburgo, un’iniziativa che solo le province di Varese, Sondrio e Monza sono riuscite a organizzare. Saranno mostrate ai buyers le bellezze del Varesotto, da Santa Caterina del Sasso al Lago di Comabbio, fino alla città di Varese, il suo lago, il Sacro Monte.  Questa volta l’Educational è dedicato ai viaggi organizzati e alle famiglie, mentre, ha continuato la Della Chiesa, uno dedicato al turismo congressuale è già in programma per marzo-aprile.

Evento organizzato presso lo spazio di Varese alla Bit, sabato 26 febbraio, il lancio del Gran Premio Regio Insubrica organizzato dalla Società ciclistica Alfredo Binda. Ci saranno Galli, la Brianza, e il mitico Oldani.

15 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi