Economia

Sodalitas, quando l’impresa dà una mano al non profit

La presentazione dell'attività di Sodalitas

Cresce, di anno in anno, l’attività di Sodalitas a Varese, una realtà che nasce dal mondo manageriale e imprenditoriale che gravita su Confindustria e che mette la propria competenza a servizio della galassia del non profit. Un’attività che cresce anche nei numeri, come hanno ricordato oggi Carlo Manzoni e Silvio Faschi, dato che a fine 2010 sono diventati 25 i consulenti volontari, quattro in più rispetto all’anno precedente. Numerosi i progetti di collaborazione con il non profit, in particolare le cooperativce sociali, sul fronte del controllo di gestione e del bilancio sociale, delle risorse umane e del marketing.

Il gruppo di Sodalitas è la dimostrazione concreta che l’impresa può dare una mano alla solidarietà. E anche al mondo della scuola e della formazione. Come è stato ricordato oggi, nella sede dell’Unione industriali di Varese, sono state realizzate da Sodalitas più di 650 ore d’0re di lezione ad un totale di 900 studenti, classi quarte e quinte, dal titolo “Giovani e Impresa”, con l’obiettivo di orientare i ragazzi al mondo del lavoro. Un’attività che ha portato questa realtà a partecipare al tavolo provinciale impegnato sul fronte dell’orientamento nelle scuole che è stato istituito dall’Ufficio Scolastico Territoriale della Provincia.

Ma il progetto principale di cui gli esponenti vanno orgogliosi è che a termine 2010 è stato fatto un ampio chek up delle cooperative sociali della provincia di Varese, una fotografia scattata in collaborazione con Confcooperative, Legacoop e Compagnia delle Opere. Sono state intervistate 45 coop sociali di tipo A e B, ottenendo interessanti risultati che saranno discussi con il mondo della cooperazione in occasione di un workshop in programma giovedì 17 febbraio presso il Collegio De Filippi.

15 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi