Varese

Se non ora quando. 3000 in piazza a Varese

Un momento della manifestazione in piazza Monte Grappa

Una manifestazione che ha raccolto donne e uomini, giovani e meno giovani, senza simboli di partito, ma tutti con una sciarpa bianca, ma soprattutto con una gran voglia di dire no allo squallore venuto a galla negli ultimi nel Paese, vicende e storie che hanno creato imbarazzo e rifiuto che si sono tradotti, soprattutto attraverso la Rete, nella manifestazione di oggi. E’ accaduto ache oggi a Varese, in piazza Monte Grappa, dove fin dalle prime ore della mattina si sono raccolte  tante donne e tanti uomini con cartelli e striscioni, indumenti bianchi, qualche ombrello per il cielo scuro che minacciava pioggia.

Le stesse donne che hanno organizzato l’iniziativa a Varese forse non si aspettavano una partecipazione così massiccia e diffusa, al punto che il numero delle persone che volevano intervenire per proporre messaggi, riflessioni, lettere, si è accresciuto al punto che, ad un certo punto, gli interventi hanno dovuto essere abbreviati per consentire a tutti di intervenire. Inframmezzati dagli interventi dell’attore Giovanni Battezzato, le donne sono salite sui bordi della fontana centrale e hanno espresso il loro disagio nei confronti dei comprtamenti del premier. Si è potuto assistere ad un ventaglio molto ampio di interventi: dalla lettura di una lettera di una suora missionaria, ad una canzone di Giorgio Gaber, da una riflessione sul linguaggio offensivo usato per le donne nelle intercettazioni, all’espressione della volontà di farcela con lo studio e il merito.

Dopo la prima ora della manifestazione, piazza Monte Grappa era piena di gente. Diverse le presenze di dirigenti politici e sindacali in piazza, ma tutte a titolo personale.

- FOTOGALLERY

13 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi