Varese

Via Piave rifatta con alberi, lampioni e porfido rosso

La presentazione del progetto in Comune

Annunciato un super-cantiere per via Piave a Varese. Lavori di rifacimento del manto stradale e di riqualificazione urbana della via. Li ha annunciati questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici, il leghista Gladiseo Zagatto, che appare decisamente ottimista. Annuncia i lavori, dice che un ok gli è venuto in giunta, sostiene che la gara d’appalto deve ancora partire, eppure garantisce che il tutto  (i due lotti previsti) finirà entro l’anno in corso, con partenza dei cantieri a Pasqua. Sì, decisamente ottimista. Tanto più che, a cantiere aperto in via Piave, tutto il comparto che va dalle stazioni a via Magenta è un cantiere unico. Insomma: disagi in vista.

Come procederanno i lavori? Oltre a Zagatto, a illustrare l’intervento, assolutamente necessario, ci sono anche i tecnici, i competenti ingegneri Marco Brolpito e Giorgio Calone, progettista. Resteranno le due corsie: una verso Magenta, riservata al trasporto pubblico (allargata a 3 metri e 50) e una corsia verso le stazioni per le auto. Da questa parte, all’interno del marciapiede, allargato a un metro e mezzo, saranno ricavati tre spazi per il carico-scarico delle merci. E i parcheggi? “Al termine di via Piave c’è il parcheggio della stazione che non è sempre pieno: è sufficiente”, taglia corto l’assessore Zagatto.

Ma il clou dell’intervento è il rifacimento del manto stradale, ammalorato e pieno di vallette. L’ultima volta che è stato asfaltato correva l’anno 1997, all’epoca del brillante progetto del trambus. Come spiegano i due ingegneri, si deve scavare per circa 50 centimetri, asportando – scendendo – prima l’asfalto, poi la soletta in calcestruzzo, e infine la base fatta di sabbia argilllosa. Ciliegina sulla torta, arredo urbano simile a via Morosini: 22 arbusti ad albero sui marciapiedi, marciapiedin porfido rosso, nuovi lampioni. Ah, dimenticavamo: le due specie di arbusti sono l’Ilex Aquifolium (per il colore delle bacche d’inverno) e l’Olea Fragrans (per i gradevole odore di limone). 

Costo dell’intervento: 495 mila il primo lotto e 350 mila il secondo. “Finora questi lavori non sono mai stati realizzati – dice Zagatto – per mancanza di fondi. Ma con il federalismo fiscale, subito 10 mila euro arriveranno a Varese e allora..”.

9 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Via Piave rifatta con alberi, lampioni e porfido rosso

  1. sempronio il 9 febbraio 2011, ore 15:12

    ma che bel periodino di annunci…

Rispondi