Varese

Induplas, azienda assente all’incontro con Maroni

Il ministro Maroni al termine dell'incontro a Palazzo Estense

Questa mattina nell’ufficio del sindaco di Varese, Fontana, c’erano i lavoratori della Induplas, c’era il ministro degli Interni, Roberto Maroni, ma non i rappresentanti della proprietà. “Deluso e amareggiato”, si è dichiarato il ministro leghista al termine dell’incontro, durato più di un’ora. Nessun passo avanti. Anzi, a sentire i rappresentanti dei sessanta lavoratori, che da mesi non vedono lo stipendio, la situazione diventa sempre più nera.

Dopo una prima lettera in cui si garantiva, da parte dell’azienda legata ad una multinazionale greca, la Petzetakis, il pagamento degli arretrati (in realtà ad ogni operaio sono arrivati solo 300 euro), ne è arrivata anche una seconda. Una lettera che non ha più nessuna credibilità, dice la Filcem-Cgil, anche perchè arriva da un’azienda che sta mettendo in atto un’azione di vero e proprio “killeraggio”, dice ancora il sindacato, nei confronti dei lavoratori.

Il ministro Maroni, da parte sua, assicura i lavoratori che prenderà contatto, per lettera, con il vertice aziendale, così come ci saranno contatti anche con l’ambasciatore italiano ad Atene. Tutti tentativi che cercano di mettere in movimento una situazione bloccata. Una situazione che neppure la mediazione di un ministro autorevole della Lega come Maroni riesce a smuovere di un millimetro.

7 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi