Varese

Anche a Varese in piazza per la dignità delle donne

Anche a Varese, come in molte altre città italiane, domenica 13 febbraio, le donne scenderanno in piazza per rispondere all’appello nazionale “Se non ora quando?”, intorno al quale si stanno mobilitando in centinaia di migliaia in tutto il Paese. La mobilitazione parte alle 10.30 in Piazza Monte Grappa, con le sciarpe bianche, simbolo del sentimento di lutto per lo stato in cui versa il Paese.

Così dicono le organizzatrici: “Il degrado morale nel quale è precipitato non è infatti questione che riguardi una sola persona e pochi altri: questa lunga stagione politica ha prodotto “culture”, immaginari, modelli pervasivi e dilaganti ai quali vogliamo dire basta prima che sia troppo tardi. Tutto questo non è più tollerabile per noi, cassaintegrate, commesse, ricercatrici precarie, artiste, studentesse, pensionate, operaie e professioniste che con il nostro lavoro e il nostro impegno civile tentiamo di rendere migliore questo Paese”.

“A motivarci – continuano le promotrici –  non è un giudizio morale su altre donne, ma il desiderio di prendere parola pubblica per dire la nostra forza, “una ricca e varia esperienza di vita”, com’è scritto nella lettera-appello Se non ora quando?, “che è cancellata dalla ripetuta, indecente, ostentata rappresentazione delle donne come nudo oggetto di scambio sessuale offerta da giornali, televisioni, pubblicità”. Vogliamo invece che tutte, a cominciare dalle più giovani, possano dire il proprio bisogno di libertà, di giustizia, di una vita fatta di scelte consapevoli, di riconoscimento della dignità della loro persona, delle intelligenze, dei meriti, delle competenze. E che gli uomini, soprattutto i più giovani, venendo in piazza con noi possano esprimere il loro rifiuto del modello sessista, violento e mercificato delle relazioni tra uomini e donne, per rompere la complicità maschile che lo tiene in piedi e sconfiggere un’idea di asservimento che riguarda anche loro”. Con le donne sarannp in piazza personalità del mondo della cultura, dello spettacolo e della società civile. Per adesioni e informazioni: http://manifestazione13febbraiovarese@gmail.com

Le firme giunte all’indirizzo mail hanno già raggiunto quota 300 ad oggi. Tra le prime firmatarie a Varese ci sono Oriella Riccardi, Gabriella Sberviglieri, Marinella Magnoni, Carmela Tascone, Anna Uslenghi, Silvana Incollà, Doriana Giudici, Laura Prati, Isabella Risetti, Ornella Aletti, Eli Guadagnino, Laura Caruso, Camilla Zanzi, Carolina Perfetti, Luisa Oprandi, Maria Pellegatta.

7 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi