Calcio

Albinoleffe umiliato da un Varese gran goleador

Il biancorosso EbaguaBiancorossi da goleada allo stadio di Masnago, una grande partita che consente ai ragazzi di Sannino di restare ancorati alla parte alta della classifica. Nulla da fare per gli avversari dell’Albinoleffe, che si trovano di fronte ad un Varese non entusiasmante, ma che incassa il risultato con una certa facilità. E si trova a questo punto a meno sette dalla zona-salvezza, alla quale guarda mantenendo il quarto posto in classifica.

Un inizio di partita col diesel e con i bergamaschi che ci provano. Prima ci prova Previtali, di poco sopra la traversa. Poi è il turno di Foglio, che con la sua punizione sfiora il palo. Ma il vero colpo che apre la strada alla vittoria dei biancorossi arriva grazie ad Ebagua, che manda in rete il pallone e siamo così all’1 a 0 per la squadra di casa. Mentre lo stadio Ossola gioisce c’è chi si fa male: è l’arbitro Giancola che, per una frattura, viene sostituito da Penno, quarto uomo. Potrebbe esserci un’altra rete con la punizione di Carrozza, che però Tomasig para alla grande. Ma prima di tornare negli spogliatori, al 42’, arriva il cileno Pinto, che manda la palla in area, dove Carrozza realizza e arriva il 2-0. E così si chiude il primo tempo.  

Alla ripresa, le squadre si impegnano a fondo, ma bisogna attendere il 27’ quando il varesino Pugliese, rapina il pallone a due difensori e centra con un tiro violento la rete avversaria. Raggiunge il 3 a 0 per i biancorossi e, dal punto di vista del risultato, chiude la partita di Masnago. Una partita che, però, continua e offre altri momenti interessanti: espulsione dal campo di Dos Santos per un fallo, uscita di Pesoli per un colpo al naso, tiri in rete (senza gol) da parte di Ebagua e Pesenti, e così arriva il fischio finale.

Prossima partita a Pescara, ma con una simile goleada in casa il Varese farà le valigie con meno ansia. E uscendo dallo stadio varesino già vede avvicinarsi la salvezza, distante soltanto sette punti.

5 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Albinoleffe umiliato da un Varese gran goleador

  1. IO il 7 febbraio 2011, ore 16:13

    Questa squadra cambia marcia come e quando vuole dipendente dal avversario che trova . E’ camaleontica e appena gli si lascia spazio sulle fasce o in area morde come un serpente . Onore al GENERALE SANNINO . Onore alla Curva Nord e rispetto per i ragazzi Diffidati !
    Vogliamo un Varese d’assalto a Pescara

Rispondi