Varese

Il Pd candida Adamoli e punta agli elettori moderati

Giuseppe Adamoli

La proposta di candidarsi a sindaco di Varese è stata fatta ufficialmente dal Pd a Giuseppe Adamoli, “cavallo di razza” della Dc, poi di Popolari e Margherita, oggi esponente del Partito Democratico. Un candidato “in pectore” che non ha ancora sciolto le riserve, ma che incarna una strategia molto chiara da parte del partito di Bersani per la città giardino, che nei prossimi mesi rinnoverà il vertice di Palazzo Estense: puntare al centro, guardare con attenzione all’elettorato moderato.

Lo spiega il segretario cittadino, Roberto Molinari. “Adamoli ha tra le mani la possibilità di cambiare la storia di questa città - dice Molinari, che ha proposto ad Adamoli di candidarsi  insieme al segretario provinciale del Pd, Taricco -. Sì, perchè è un candidato sindaco che può interessare a quell’ampia fascia di elettori che vivono nel mondo dell’artigianato, delle professioni, delle piccole imprese”. Chiara la strategia: “Con Adamoli il centrosinistra potrebbe arrivare al ballottaggio, e a quel punto cercare di trovare nel polo di centro una sponda per mandare a casa Pdl e Lega”. Il segretario del Pd cittadino evoca la frammentazione nel centrodestra. “Non dimentichiamoci il proliferare di cespugli e cespuglietti nel centrodestra, che sottraggono voti a Pdl e Lega”.

Uno scontro al ballottaggio partendo da quali alleanze? Sel? Italia dei Valori? “Il Pd proporrà il candidato sindaco - continua Molinari – e poi starà a Sel e Idv dire se ci stanno. E questo senza la certezza di allearci con Sel. E’ una partita ancora aperta, vedremo”. Il candidato sarà noto nei prossimi giorni. Comunque è risaputo che Adamoli nutre diverse perplessità sul fatto di candidarsi, ma la valanga di mail e telefonate, un vero e proprio pressing perchè si candidi, che gli è arrivata potrebbe spingere Adamoli ad un’ulteriore approfondimento. Nel caso, alla fine, la risposta di Adamoli fosse negativa, la candidatura sarebbe più “collegiale”, concordata con gli altri partner del centrosinistra.

4 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi