Varese

Polizia Locale, tutti i numeri dell’attività a Varese

Il 2010 ha visto la Polizia Locale di Varese tenacemente impegnata nelle attività istituzionali che, sempre più numerose e complesse, le vengono affidate, prodigandosi per migliorare non solo il rispetto delle leggi ma anche per promuovere la “legalità”, ovvero quel senso di rispetto e pacifica convivenza che deve caratterizzare la nostra società civile. Proprio in tale ambito si colloca il servizio di polizia di prossimità, ovvero l’attività incentrata sull’attenzione ai bisogni espressi dai cittadini mediante l’ascolto quotidiano a diretto contatto con la popolazione ed il presidio del territorio per perseguire finalità di sicurezza urbana. Proprio la sicurezza urbana è da tempo posta fra le condizioni primarie per un ordinato vivere civile della collettività e costituisce “mission” propria della Polizia Locale.

Su 4 ambiti il Comando varesino ha concentrato le forze: il rispetto delle regole, con azioni costanti di prevenzione, dissuasione e contrasto per ridurre i livelli di trasgressione delle norme; la tutela dell’ambiente e del territorio, attraverso azioni di controllo delle violazioni in ambito ambientale ed edilizio ma anche per la prevenzione e la riduzione dei fenomeni inquinanti; la diminuzione dei costi sociali ed economici dovuti a problemi di mobilità, attraverso l’analisi, il controllo ed il presidio della viabilità cittadina, ricercando sicurezza e regolarità della circolazione, perseguendo la diminuzione della sinistrosità, la tutela dell’utenza debole, attuando positive azioni di educazione stradale; il miglioramento della percezione di sicurezza e riduzione delle soglie di allarme sociale, attraverso una efficace comunicazione volta a diffondere nei cittadini valutazioni reali e condivise dei fenomeni con cui la nostra società si confronta quotidianamente, senza nascondere gli ambiti di criticità ma soprattutto senza estenderli e generalizzarli anche a quei contesti in cui la città è assolutamente sicura e vivibile da tutti.

Alcuni dati riguardano l’impegno della Polizia Locale. In particolare, l’aumento dell’12% delle pattuglie presenti sul territorio, con 3 diversi valori-aggiunti, perseguiti con un’attenta gestione organizzativa del personale e dei servizi: la presenza anche in orario notturno, con intervento in reperibilità, sulla base delle note intese con la locale Prefettura (Patto per la Sicurezza) per la rilevazione di sinistri stradali di particolare gravità; il forte incremento delle pattuglie serali (raddoppiate) a fronte delle sempre maggiori richieste dei cittadini per problematiche diverse in tale fascia oraria; il mantenimento costante dei pattugliamenti in orario diurno anche a fornte dei diversi percorsi formativi obbligatori per il personale che si sono compiuti nell’anno (formazione base per oltre 10 agenti di recente assunzione e Accademia per 3 nuovi ufficiali); l’aumento del 5% delle chiamate pervenute alla Centrale operativa e da cui è scaturita l’attivazione di oltre 8.500 interventi.

Tra gli aspetti positivi, il generalizzato aumento dei controlli di polizia stradale che hanno contribuito alla riduzione del 4% dei sinistri verificatisi (seppur con un aumento per gli eventi con esito mortale); in particolare abbiamo raggiunto un aumento di circa il 25% dei controlli con autovelox / telelaser e del 130% con etilometro, verificando il 64% in più di veicoli in transito sulle nostre strade;   un notevole aumento è registrato nei servizi viabilistici per manifestazioni (+105%), nonché per l’ausilio alla locale Questura nei servizi di Ordine Pubblico (+196%) tutti in gran parte riconducibili alla promozione in serie B del Varese nell’ambito del Campionato nazionale di Calcio; anche i veicoli abbandonati sulla pubblica via sono calati, grazie ad un’attenta opera di sensibilizzazione fatta dalla Vigilanza di Quartiere sui proprietari dei mezzi, così da non gravare le casse comunali dei costi relativi anche a tale incombenza; di contro si è registrato il 180% di aumento nei rinvenimenti di veicoli rubati; particolare risalto è stato dato al controllo delle ordinanze sindacali emanate dal Sindaco di Varese proprio per contrastare i principali fenomeni di insicurezza, con un apporto aumentato del 96% ed oltre 200 sanzioni applicate (con un aumento del 37%); similarmente, si è accentuata l’attenzione alle forme di commercio ambulante e al disturbo della quiete pubblica conseguente all’attività di pubblici esercizi, con significativo incremento del contrasto alle attività illecite; sotto altro aspetto, invece, i disturbi notturni dati da schiamazzi o petardi o altre forme di  molestia sono percettibilmente diminuite grazie ad una più incisiva presenza deterrente in orario serale/notturno delle nostre pattuglie e ad un mirato controllo sulla commercializzazione illecita di petardi e similari; per quanto attiene i controlli nei confronti degli immigrati extracomunitari, si è posta l’attenzione, sinergicamente all’attività delle altre Forze di Polizia, alle verifiche di idoneità alloggi nonché all’accertamento di presenze irregolari nell’ambito di una unità abitativa; non sono mancate le verifiche sull’uso illecito dei permessi rilasciati a disabili, con un incremento dei controlli del 44%; il grande cantiere posto all’intersezione tra viale Milano e via Morosini, per il rifacimento del sovrappasso ferroviario ha richiesto un esponenziale aumento della presenza fissa della Polizia Locale nel comparto lavori, reso possibile anche mediante assunzioni ad hoc di personale.

Sul fronte della “polizia partecipata” in ambito di sicurezza urbana, si è sviluppata un’importante intesa con l’associazione “Rangers d’Italia” – Sezione di Varese – per la vigilanza dei parchi pubblici e delle aree ciclo-pedonali del lago, al fine di mantenere un presidio, sia pure di deterrente osservazioni, di aree fortemente frequentate;     si è posto risalto, infine, ad un’attenta collaborazione con Regione Lombardia sia per la rilevazione di dati sociologici rilevanti per la ricerca universitaria, sia  per la cooperazione nel progetto di georeferenziazione del territorio.

3 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi