Gallarate

La “banalità del male” nella piéce proposta a Gallarate

Un momento del processo ad Eichmann

Tra le tante iniziative proposte da amministrazioni locali e associazioni in occasione del Giorno della Memoria, ci piace segnalare quella promossa dall’Anpi di Gallarate, il 28 gennaio, alle ore 21, presso la sala superiore della CUAC (via Torno 64 e via Checchi 21), ad Arnate, Gallarate. Si tratta di una piéce teatrale tratta da una delle opere più importanti sulla Shoah, “La banalità del male”, scritta dalla filosofa Hannah Arendt e relativa al processo Eichmann, uno dei criminali nazisti più spietati, condannato a morte.

Si intitola “Monologo sul male. Storia di un criminale non comune”, monologo di e con la brava attrice Mariangela Martino, e con la collaborazione al testo di Giampaolo Cottini. Alla percussioni e al piano ci sarà Gio Rossi.

Un monologo teso e drammatico, che propone un confronto tra la filosofa ebraico-tedesca e lo stesso criminale nazista, processato per crimini contro l’umanità. Un dialogo che rielabora il testo scritto dalla filosofa, tra il pubblico al processo Eichmann.

25 gennaio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi