Varese

Vigili a lezione di contrasto ai clandestini

Questa mattina, presso gli spazi di Villa Baragiola, è partito un “Corso di sicurezza urbana” rivolto ad agenti e ufficiali di Polizia locale. Un corso promosso dal Comune di Varese, ma aperto anche all’adesione di agenti provenienti da altri Comuni. Si tratta di un’iniziativa legata al “Pacchetto sicurezza” del ministro Maroni che, a guardare bene, lascia sconcertati. E’ infatti un corso che approfondisce le procedure relative alla sicurezza urbana: in parole semplici, procedure relative al “contrasto alla clandestinità”.

Come si legge in un documento del Comune di Varese, Area II Risorse Umane-Attività Formazione, che presenta il corso, “non vi è dubbio che la problematica dell’immigrazione clandestina sia quella che più di ogni altra preoccupa gli amministratori locali come il comune cittadino, soprattutto a causa di un sentimento di paura ed insicurezza generato dai risultati di una complessa ed articolata applicazione della normativa. Da ciò la necessità da parte del legislatore di affrontare il tema con l’adozione di provvedimenti mirati, aventi lo scopo di arginare un problema così preoccupante e radicato”.

Concetti espressi dall’assessore Pdl alla Polizia locale, Fabio D’Aula, nel saluto iniziale, questa mattina: “La formazione su temi come la sicurezza urbana è essenziale per un’azione efficace della polizia locale a cui sono demandati compiti sempre nuovi e sempre più complessi. sarà un’occasione per accrescere la già elevata professionalità dei nostri agenti su tematiche strettamente attuali quali sono le azioni di contrasto ai fenomeni legati all’immigrazione clandestina ed alla violazione delle leggi comunitarie che prevedono il diritto di permanenza dei soggetti comunitari sul territorio comunale solo in presenza di certe condizioni ed, in mancanza, prevedono le procedure di allontanamento”.

Dunque, nelle nostre città, l’emergenza principale, il vero nemico sono gli stranieri clandestini. E per risolvere il problema il Comune di Varese si è rivolto a docenti provenienti dalla Scuola del Corpo di Polizia del Comune di Milano, che operano in quel “Nucleo Problemi del Territorio” impegnato sul fronte dellos sgombero dei campi nomadi.

Il Corso partito questa mattina a Varese si divide in due moduli formativi: uno introduttivo, della durata di 4 ore, ed uno monografico, della durata di 3 ore, finalizzato ad approfondire la normativa sui comunitari.

24 gennaio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi