Varese

Messa dei giornalisti ricordando l’editore Ferrario

Un momento della messa dedicata ai giornalisti

Ai Salesiani di Varese si è celebrata la messa dei giornalisti in occasione della festa del loro patrono, San Francesco di Sales. Si sono ritrovati, come ogni anno, i giornalisti di carta stampata, tv e web che operano sul territorio per assistere ad una cerimonia religiosa che si ripete ogni anno. A concelebrare la messa il prevosto di Varese, monsignor Gilberto Donnini, padre Gianni Terruzzi, direttore di Radio Francescana, don Giovanni Bosco dei Salesiani. La messa era presieduta dal vicario episcopale monsignor Luigi Stucchi.

Nell’omelia monsignor Stucchi, vescovo-giornalista, ha ricordato la scomparsa dell’editore del quotidiano locale “La Prealpina”, Roberto Ferrario, alla presenza della vedova e di una figlia.  ”La prova della malattia, una delle prove più difficili, costringe a reimpaginare tutta la vita, a ripensare come abbiamo realizzato il giornale della nostra vita”. Così come lo stesso interrogativo ci viene posto quando le notizie, le informazioni vengono riconsiderate da punti di vista precisi. “Come avremmo trattato certe notizie se le avessimo considerate dal punto di vista educativo, del bene comune, della dignità della persona?”, si è domandato monsignor Stucchi.

L’informazione va affrontata senza censure, ha continuato Stucchi, “ma mettendosi in gioco alla luce di queste domande”. Soprattutto ricordando che gli operatori dei media “reggono nella società una responsabilità morale ed umana notevole”.

22 gennaio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi