Varese

Rinviato a giudizio Fumagalli, ex sindaco di Varese

L'ex sindaco Fumagalli

L’ex sindaco leghista di Varese, Aldo Fumagalli, è stato rinviato a giudizio. Dopo l’udienza preliminare, durata quattro ore, è scattato il rinvio a giudizio, come ha stabilito il gup Giuseppe Fazio, aderendo alla richiesta del pm Agostino Abate, e rigettando le posizioni dei difensori di Fumagalli, gli avvocati Giancarlo Beraldo e Cesare Cicorella.

Una lunga vicenda giudiziaria, iniziata nel 2005, con accuse pesanti rivolte dalla pubblica accusa all’uomo politico: peculato e concussione. Si parla di auto di servizio che avrebbero trasportato ragazze originarie dell’Est Europa e clandestine. Per qualcuna l’ex sindaco sarebbe arrivato anche a chiedere un’assunzione presso la cooperativa Sette Laghi, che offriva servizi al Comune di Varese. Altra ipotesi di reato, l’avere  utilizzato un appartamento del Comune  in favore per ospitare una ragazza. 

L’apertura della vicenda giudiziaria portò Fumagalli a dare le dimissioni dalla sua carica di primo cittadino, finendo poi come dirigente a Palazzo Marino a lavorare. Ora, con l’udienza preliminare e la decisione del rinvio a giudizio, il 3 maggio inizierà il processo nei confronti dell’ex primo cittadino di Varese, che dovrà stabilire se le accuse rispondono al vero e che vedrà sfilare in tribunale una serie di testimoni.

20 gennaio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi