Varese

Giorno Memoria, la Provincia di Varese scende in campo

Un fotogramma del film di Malle, "Arrivederci ragazzi"

La Provincia di Varese si mobilita sul fronte del Giorno della Memoria, che cade il 27 gennaio di ogni anno a ricordare il massacro di sei milioni di ebrei nei campi di sterminio organizzati dalla macchina hitleriana. E come da tempo sostiene l’intelligente assessore alla Cultura della Provincia, la leghista Francesca Brianza, anche in questo caso l’attenzione è rivolta soprattutto ai ragazzi delle scuole, con la scelta di partire dal basso, da chi si sta formando e a questi ragazzi saranno offerti da Villa Recalcati alcuni spettacoli ad ingresso gratuito. L’assessore Brianza ha coinvolto opportunamente anche altre importanti istituzioni che hanno dato il loro patrocinio, a partire dalla Prefettura di Varese, l’Ufficio Scolastico Territoriale, il Comune di Varese.  

Il cartellone “Giornata della Memoria…incontri per ricordare”, inizia mercoledì 26 gennaio, alle ore 9, presso il Cinema Teatro Nuovo di Varese, con “Gli artigli della memoria”, spettacolo per le medie superiori di e con Betty Colombo.

Sempre per le medie superiori, il giorno dopo, data stessa del Giorno della Memoria, ancora al Cinema Teatro Nuovo di Varese, alle ore 9, si potrà assistere allo spettacolo “Shabbes Goy. I gentili del sabato”, proposto da Teatro Blu di Silvia Priori, e tratto dal primo volume dell’autobiografia di Harry Bernstein “Il muro invisibile”. Uno spettacolo suggestivo, in forma di teatro concerto con musica yiddish (quello per cui andava matto lo scrittore ebreo Franz Kafka), realizzato con la collaborazione del grande Moni Ovadia. Contemporaneamente, ma al Cinema Teatro Vela, alle ore 9.30, sarà proiettato davanti ai ragazzi delle medie inferiori, uno dei capolavori di un maestro della Nouvelle Vague, Louis Malle, il film “Arrivederci ragazzi”, premiato con il Leone d’Oro alla 44° Mostra del Cinema di Venezia.

A conclusione del ciclo di iniziative promosse da Villa Recalcati, venerdì 28 gennaio, a partire dalle ore 9, nel Salone Estense del Comune di Varese, Giornata conclusiva, con il saluto delle autorità, l’intervento del professor Enzo Laforgia, lo spettacolo teatrale “Gli artigli della memoria” di Betty Colombo, un dibattito, e la consegna da parte del Prefetto Vicari delle medaglie d’onore agli italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto e ai famigliari dei deceduti. Un incontro, quest’ultimo, che ha ricevuto il sostegno della Consulta Provinciale Studentesca di Varese.

20 gennaio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi