Varese

I finiani puntano al terzo polo e chiamano l’Udc

Da sinistra Giordano e Ferrazzi

C’è una battutina che gira tra i militanti finiani di Varese: qual è il nuovo slogan del Pdl? “Ti caccio”. Il riferimento, più che evidente, è alla recente “defenestrazione” dalla giunta del capoluogo dell’assessore Fli al Commercio, Salvatore Giordano. Una decisione che ha mandato su tutte le furie i finiani che rispondono per le rime. E’ Luca Ferrazzi, responsabile regionale enti locali per il Fli, ad intervenire. “Una decisione, quella di cacciare Giordano, grave da un punto di vista personale, ma del tutto immotivata da un punto di vista amministrativo, considerato l’apprezzamento generale per il suo operato”. Ferrazzi si rivolge al sindaco di Varese: “avrebbe essere più attento ad evitare i giochi di palazzo”.  ”E poi – dice Enrico Argentiero, responsabile del circolo Fli di Varese – se questo cercava di intimidirci, è stato proprio fatto un errore di valutazione”.

E adesso? I finiani contano in città quattro circoli cittadini, due circoli giovanili, per un totale di circa 120 militanti. Ma si pongono con forza la questione delle prospettive politiche in vista delle prossime amministrative. “La nostra volontà – continua Ferrazzi – è di rafforzare il Polo delle nazioni e per noi l’alleato naturale resta l’Udc”. Rispetto, però, all’ipotesi del terzo polo che si sta concretizzando a livello nazionale e sta facendo passi avanti anche nella vicina metropoli, a Varese tutto sembra molto più bloccato. “Attendiamo segnali conseguenti da parte della forza politica di Casini. E comunque continuiamo a privilegiare il dialogo con Pdl e Lega Nord – osserva Ferrazzi – perchè il Fli resta un partito di centr0destra”.

Ma se questo dialogo si dimostrasse impraticabile? “A quel punto avremo le mani libere per fare le nostre valutazioni – dice Ferrazzi -. E se qualcuno del centrosinistra condividesse la nostra piattaforma programmatica, non avremmo difficoltà ad aprirgli le porte”.

Salvatore Giordano conferma un’attenzione privilegiata al centrodestra.  ”Sono stato tra i firmatari dell’alleanza che si è espressa nella giunta Fontana, e quindi resto convinto della bontà di quel programma elettorale. E ritengo di avere lavorato bene con Fontana”. Vi siete sentiti con Fontana dopo il ritiro delle deleghe? “Quando ci siamo visti mi è parso che mi abbia fatto gli auguri per un arrivederci”.

15 gennaio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi