Varese

Aspem Reti, ora la parola è passata al sindaco

Piscina alla Schiranna

Tra le questioni sul tappeto che troverà la giunta Fontana, ci sarà senza dubbio quella di Aspem Reti, la società totalmente partecipata dal Comune dal bilancio da profondo rosso. Tornati sindaco e assessori dalla pausa natalizia, è probabile che alla prima riunione di giunta dell’anno, forse convocata già martedì, il che fare sulla società presieduta da Ciro Calemme sia tra i primi punti in discussione.

Sulla società che ha gestito le piscine della Schiranna si è tenuta una Commissione consiliare di dubbia utilità. Presieduta dal Pd Emiliano Cacioppo, la commissione ha deciso di demandare al sindaco un approfondimento. Non è stata messa alcuna conclusione ai voti, per mantenere un’unanimità della commissione incomprensibile, non consentendo così di mettere nero su bianco eventuali no ad una conclusione che appare ininfluente, considerato che gli amministratori di Aspem reti sono stati nominati dalla stessa giunta presieduta dal sindaco.

Cosa poi farà il primo cittadino, è difficile prevederlo. C’è il rischio che nessuna scelta venga fatta e che la questione si trascini fino alle vicine elezioni.

Nel frattempo si annuncia maretta sul fronte delle opposizioni. Annuncia un’iniziativa il consigliere Alessio Nicoletti, leader di Movimento Libero, che presto ripercorrerà la vicenda Aspem Reti, rimarcando di essere stato l’unico in Consiglio comunale ad opporsi ad un affidamento diretto delle piscine alla società. Una mossa che appare fortemente polemica nei confronti delle altre opposizioni, in particolare il Pd.

9 gennaio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi