Canton Ticino

Dolci squisiti anche a Lugano. Ma attenti: sono dromedari

Un dolcetto arrivato da Lugano

Dolcetti squisiti, i cammelli in sfoglia, presenti nelle vetrine delle pasticcerie “made in Varese”, abbiamo scritto ieri. Un dolce che, abbiamo scritto ancora, è difficile ritrovare al di fuori dei confini della nostra provincia.

Risulta, dunque, particolarmente utile la segnalazione che ci giunge da una stimata e simpatica collega, Ambretta Sampietro, giornalista che sulle pagine di Cultura e Spettacoli del quotidiano “La Prealpina”, coordinate da un fuori classe come il giornalista Diego Pisati, segue con attenzione il mondo culturale e gli spettacoli a Varese e nel Canton Ticino. Tra l’altro Ambretta è stata, con il giudice-scrittore Giuseppe Battarino, anche protagonista della suggestiva rassegna “Sabatogiallo”, al Teatrino Santuccio di Varese, una delle poche cose interessanti viste quest’anno. La collega ci informa che anche a Lugano, in occasione dell’Epifania, si mangiano dolcetti squisiti come a Varese. La differenza sta nel fatto che non si tratta di cammelli, ma di dromedari, dunque con una sola gobba e non con due, come quelle dei cammelli. Dromedari lisci nell’aspetto, che possono essere ripieni di marmellata o di crema. Assolutamente deliziosi.

Non solo: tra i vicini cugini del Canton Ticino è diffusa anche la corona dei Re Magi, una focaccia in cui viene nascosta prima della cottura una statuina di plastica che raffigura un Re Magio. Chi la trova ha diritto a indossare una corona dorata di cartone, diventando un Re Magio.

5 gennaio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi