Varese

In vetrina i cammelli di sfoglia, delizia varesina doc

I buoni dolcetti di Varese in vetrina

Arriva la Befana e loro non si fanno attendere: i cammelli di pasta sfoglia, una tradizione molto varesina che si è affacciata, in questi giorni, alle vetrine delle ottime pasticcerie cittadine. Piacciono tanto, ma in realtà si tratta di dolcetti poveri, che annunciano che le vacanze natalizie sono al termine. Arriva, insomma, l’Epifania e tutte le feste se le porta via, come dice il proverbio. E i dolcetti prelibati, evocano proprio l’Epifania:  i dolcetti a forma di cammello evocano gli animali cavalcati dai tre Re Magi che, sotto la cometa, e tra i pastori ammirati, resero deferente omaggio a Gesù Bambino.

Un’origine non chiara, quella dei dolcetti di pasta sfoglia di fattura artigianale, che si fa fatica a ritrovare al di fuori dei confini del nostro territorio. Un dolcetto “autarchico”, con pochi ingredienti, acqua, farina, burro. Cammelli per golosi, che si possono acquistare nei negozi in tutte le grandezze: ci sono quelli mignon, quelli medi, ma non mancano neppure quelli maxi, quasi giganteschi. All’apparenza scarni, ma con la raffinatezza di mostrare un “guscio” lucido.

Ma è possibile assistere anche ad una vera magia, e vedere questi poveri e buonissimi dolcetti, in ricche delizie infarcite di creme e di cioccolato. Con inevitabile aggravio per le tasche e, soprattutto, per la linea. Delizie che rappresentano l’altro volto dell’Epifania. Ai bambini cattivi, la vecchietta porta il carbone di zucchero, mentre ad adulti e bambini buoni, la vecchietta dona i piccoli cammelli, che si trasformano, la notte del 6 gennaio, magicamente, in delizie da gustare in famiglia. Delizie varesine doc.

4 gennaio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi