Gallarate

Mucci manager Asl a Sondrio. Pd: si dimetta da sindaco

Il sindaco di Gallarate Nicola Mucci

Ironica ed amara presa di pozione del Partito democratico di Gallarate a margine delle nomine dei vertici della sanità lombarda. Oggetto della polemica del Pd il fatto che il sindaco Mucci, dopo 10 anni alla guida di Gallarate, è stato designato come direttore della A.S.L. di Sondrio.

Scrive il Pd gallaratese: “Il regalo è pervenuto in gradito anticipo (il 23 dicembre 2010) mentre nel disastroso caos viabilistico di Gallarate, creato dalle giunte Mucci, le persone normali imprecavano in coda, come riportavano alcuni giornali. E proprio di regalo si tratta perché il nostro sindaco, al di là delle opinioni politiche che si possono avere sul suo operato, non risulta avere nessuna specifica competenza in ambito sanitario”. 

Continua il Pd: “Non importa, a Gallarate Babbo Natale, con i politici di professione, esiste ed è molto buono, alla faccia della competenza e del merito, criteri del tutto sconosciuti a Pdl e Lega.  Morale? Medici, infermieri, imprenditori, operai, insegnanti, professionisti, impiegati gallaratesi, con le loro tasse, garantiscono lauti stipendi a chi si auto assume come dipendente di AMSC alla vigilia delle vacanze estive o a chi viene assunto direttore di ASL all’antivigilia di Natale”.  

“Conclusioni? Esistono disoccupati di serie A e B – dice il Pd -. Di serie A sono solo i politici di professione, come Mucci, che dinanzi alla prospettiva di trovarsi disoccupato a fine mandato, hanno sempre qualche santo in paradiso. Di serie B sono tutti gli altri che, perso il lavoro in questa drammatica crisi, non hanno di che mantenere se stessi e la propria famiglia. Davanti a questa situazione ci sembra chiaro, innanzitutto, quanto sia urgente che, con le prossime elezioni, i gallaratesi si riapproprino della loro città votando, anche a prescindere da logiche nazionali, chi vive la politica come un servizio per la collettività e non come un mezzo per il proprio sostentamento”.

Conclude il Pd: “Nell’attesa del voto della prossima primavera chiediamo però un sussulto di dignità al nostro sindaco pro-tempore: chiediamo che Mucci si dimetta dalla carica di sindaco dal momento stesso in cui inizierà il suo nuovo lavoro a Sondrio. Chiediamo che il sindaco non cerchi di farci credere possibile, in assenza dell’invenzione del teletrasporto di Star Trek, fare il sindaco di Gallarate e dirigere una realtà a lui del tutto nuova in Valtellina. Sarebbe semplicemente un gesto di rispetto per la nostra città, che non merita lo sfregio di vedere approvato un PGT con un sindaco assente. Sarebbe anche un doveroso ringraziamento per il generoso dono del Babbo Natale dei politici, cui Mucci deve molta gratitudine, ma di cui i cittadini che lavorano si sono veramente stancati”.

27 dicembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi