Gavirate

“Racconto di Natale” di Mussapi letto da lui medesimo

Il poeta Roberto Mussapi legge "Racconto di Natale"

Una lettura ricca di sfumature, di accenti drammatici, di momenti grotteschi, e non senza qualche abile ammiccamento al pubblico. La lettura di “A Christmas Carol” di Dickens (o, meglio, la lettura di una sua originale rielaborazione) da parte del poeta Roberto Mussapi, è stata davvero godibilissima, con un caminetto che, alle sue spalle, rievocava il tepore di un salotto in cui raccontare belle storie in attesa dell’arrivo di Babbo Natale. E’ accaduto a Gavirate, presso lo spazio che da questa sera è diventato il Caffè Letterario Veniani, proprio di fronte all’antica pasticceria, bottega ultracentenaria che vide la presenza al banco e ai tavoli di Giuseppe Verdi e Giosuè Carducci (che qui incontrava Annie Vivanti).

Il “Racconto di Natale” che Mussapi ha proposto era di Mussapi (edito nel ’95 dalla Guanda). Una versione rielaborata del romanzo breve o racconto lungo più celebre sul Natale. Con un microfono in una mano e il testo nell’altra, il poeta ha mostrato doti di ottimo lettore, oltre che una evidente  conoscenza dell’interpretazione teatrale, nota a coloro che hanno conosciuto il Mussapi drammaturgo (lui stesso ha dichiarato al termine che Jaca Book sta per realizzare un’edizione di tutte le sue opere teatrali, edite e inedite).

Al termine del racconto, letto in circa un’ora e mezza, Mussapi si è alzato per ricevere i calorosi applausi, ed è partita una melanconica melodia assai suggestiva del cantautore Tom Waits, mentre deliziosi salatini e aperitivi venivano serviti agli astanti dai simpatici proprietari.

- FOTOGALLERY

19 dicembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi