Varese

Clochard morto in centro: a Varese ci sono i poveri

Questa notte, mentre il termometro precipitava, un clochard è morto in piazza Battistero. Si chiamava Mario Antonio Napolitano, aveva 64 anni ed era conosciuto un po’ da tutti, abituato com’era a correre in bicicletta tra strade e piazze di Varese. Il cadavere è stato trovato dai Carabinieri che si sono subito messi in contatto con madre Maddalena, la suora responsabile della mensa di via Bernardino Luini, di cui Mario era abituale frequentatore.

Da alcuni giorni si lamentava perchè qualcuno gli aveva rubato i cartoni sotto i quali risposava la notte. Un imprevisto che lo aveva innervosito. A questo si aggiungeva il fatto che, negli ultimi giorni, non si sentiva bene, al punto che ieri, quando si era recato alla mensa di via Luini, madre Maddalena aveva consigliato di rifugiarsi alla Brunella per trascorrere la notte.

Così non è stato e Mario non si è più svegliato. Un lutto anonimo, un lutto che certamente non farà notizia come nel caso di uomini e donne di vertice. Ma che sconcerta: sì, anche a Varese è possibile morire in centro, da soli, in una notte stellata e fredda, a pochi giorni dal Natale.

19 dicembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi