Varese

Ascom, i sogni dei bambini si fanno solidarietà

Da sinistra, Ceccoli, Tomassini, Luatti

Non è la prima volta che Confcommercio Ascom Varese punta sulla solidarietà. Anche quest’anno, in periodo natalizio, la potente associazione di commercianti conferma la bella iniziativa dal titolo “Solidarietà in Vetrina”. E se l’anno scorso gli alunni delle scuole varesine si erano dedicati a poesie sull’anima, questa volta, invece, si cimentano con favole imperniate sul tema del sogno. Un po’ la vita è sogno, come diceva un grande drammaturgo, e questi ragazzi, circa duecento, lo prendono molto sul serio.

Ha spiegato l’iniziativa, questa mattima, l’assessore alle Politiche educative del Comune di Varese, Patrizia Tomassini. “Pubblico e privato devono allearsi per la solidarietà. E questa iniziativa promossa da Ascom in collaborazione con il Comune si inserisce in quella “cultura del positivo” che mi impegno da tempo a diffondere”. Ecco allora che il Comitato Ascom numero quattro (Centro storico) ha lanciato l’iniziativa “Nel reame della fantasia”, una raccolta di fiabe scritte dai ragazzi di quattro scuole varesine, Pellico, Salvemini, Parini, Righi. Duecento racconti da cui una giuria tecnica ha selezionato una quarantina di racconti che saranno pubblicati in un volumetto natalizio.

“Il libretto sarà diffuso nei negozi Ascom che hanno aderito alla iniziativa – racconta Alessandro Ceccoli, responsabile del Comitato centro storico -, un modo anche per smentire lo stereotipo che i commercianti si limitano solo a riempire il cassetto. Questo volumetto sarà omaggiato ai clienti dei negozi che partecipano all’iniziativa e poi sarà disttribuito al momento della rappresentazione teatrale”. Dal libro saranno infatti tratte alcune scene che saranno rappresentate a Varese, presso la Sala Montanari (ex Rivoli), venerdì 17 dicembre alle ore 20.30. In quell’occasione saranno raccolte offerte che Ascom Varese destinerà alle famiglie in difficoltà di Varese.

Giovanni Luatti del Varese Convention&Visitors Bureau conclude: “La serie di iniziative “Solidarietà in Vetrina” conferma la volontà di Ascom di unire aspetti sociali e di solidarietà con una presenza commerciale importante. Non è la prima volta, come dimostra anche la grande attenzione nei confronti del progetto del Ponte del Sorriso”.

15 dicembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi