Varese

“La Città dei Bambini”, un hip-hop per ricordarcela

Un momento della performance

Si avvicina l’evento natalizio per eccellenza a Varese, “La Città dei Bambini”, in programma, nel parco di Villa Mylius, dal 18 al 22 dicembre. Un’iniziativa targata Studio Festi, in collaborazione con il Comune di Varese, che rischia di essere confinata lontana dal cuore della città. E allora, per avvicinare la città natalizia alla città reale, sono stati annunciati alcuni eventi-ponte.

Il primo è la proiezione ininterrotta di alcune immagini sulla parte alta a sinistra del palazzo della Camera di commercio di Varese in piazza Monte Grappa. Si legge “La Città dei Bambini”, i nomi degli sponsor, alcuni disegni infantili, il tutto poco visibile e poco nitido. Ma questo pomeriggio le famiglie e i passanti del Corso hanno assistito a quello che gli organizzatori hanno definito, in maniera altisonante, un “flash mob”, cioè un piccolo evento promozionale della manifestazione di Villa Mylius.

In cosa consisteva? Come spiega Nanì Maimone, “una quarantina di ragazzi e ragazze di 10-17 anni danzano un hip-hop in piazza Podestà. Sono allievi del Balletto di Varese, che hanno preparato la danza in una settimana”. Altri eventi? “Forse ripeteremo questo”. Non si era ipotizzato qualcosa anche sui treni? “Troppi problemi per portare i ragazzi, abbiamo rinunciato” taglia corto. “Jingle bells”, Mariah Carey, il gospel “Happy Day” costituiscono la colonna sonora di una breve coreografia che sembra avere poco a che fare con la “Città” futura e con il Natale. Ma tant’è.

La coreografa Valentina Ribaudo spiega che si tratta di una danza in cui i bambini spingono gli adulti a mettersi in gioco, partecipare alla loro danza, ballare tutti insieme. Un “flash mob”, insomma, che avviene per la prima volta a Varese. Alcuni dei ragazzi impegnati in questa iniziativa promozionale parteciperanno anche alla performance di Villa Mylius.

11 dicembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a ““La Città dei Bambini”, un hip-hop per ricordarcela

  1. Valerio il 12 dicembre 2010, ore 15:27

    Conigli che escono dal cilindro, idee geniali, luci da avanspettacolo… ma la vera atmosfera natalizia, la tradizione, la cultura “nostra” e perche no quella altrui del natale dove sono? Il Comune di Varese cosa fa per queste festività? I Flash – Mob? ….

Rispondi