Varese

Dietrofront in Comune sulla ztl. E Giordano resta isolato

Nuova Ztl, il Comune ci ripensa. Prima una conferenza stampa dell’assessore al Commercio, Salvatore Giordano, che annuncia che, già da questo weekend, entra in scena una più ampia pedonalizzazione del centro storico. Dice, l’unico assessore finiano della giunta Fontana: “Solo i sabati e le domeniche (dalle 20 del sabato alle 24 di domenica) la zona a traffico limitato riguarderà le vie Donizetti, Rossini e piazza Giovine Italia. Un provvedimento che partirà dal 18 dicembre”. Una dichiarazione seguita da un’affermazione dell’assessore Giordano non propriamente lusinghiera verso i commercianti: “Si tratta di un progetto complessivo, che ha avuto il consenso anche delle associazioni ambientaliste. Certo, magari non condiviso da quei commercianti che pensano solo ad alzare la saracinesca al mattino e ad abbassarla alla sera”. Il tutto senza che alla conferenza stampa fosse presente alcuna associazione dei commercianti, in netto dissenso con Giordano.

Il giorno dopo, cioè ieri mattina, dalla riunione di giunta esce una scelta che cambia le carte in tavola e smentisce l’assessore Giordano: la ztl non partirà dal 18 dicembre, ma slitterà a dopo Natale, sabato 8 e domenica 9 gennaio. Una decisione, spiega il vicesindaco Giorgio De Wolf, dovuta ad un confronto con i commercianti. “Abbiamo registrato una preoccupazione delle associazioni dei commercianti di vedere partire la pedonalizzazione proprio a ridosso del Natale. Così abbiamo pensato fosse meglio fare slittare la sperimentazione alla prima settimana di gennaio”. E le dichiarazioni di Giordano? No comment da parte di De Wolf.

L’assessore Fabio D’Aula aggiunge un ulteriore elemento. “Lo slittamento è dovuto anche ad una ragione tecnica: i residenti devono essere muniti di un permesso per entrare nella ztl, un permesso che non poteva essere distribuito così rapidamente”. Fatto sta che sulla questione ztl Giordano è stato lasciato solo. E per i commercianti il Natale sarà più tranquillo e, si spera, redditizio.

8 dicembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi