Economia

A Tolosa va forte il Distretto aerospaziale lombardo

La delegazione del Distretto Aerospaziale Lombardo

In soli due giorni sono stati circa 150 i contatti d’affari instaurati da 9 piccole e medie imprese lombarde. Tra questi anche quelli con alcuni tra i maggiori player mondiali. Grazie anche al sostegno economico garantito dalla Camera di Commercio di Varese il Distretto Aerospaziale Lombardo ha avuto modo di presentarsi con uno stand “collettivo” ad Aeromart, la convention internazionale d’affari dell’industria aeronautica e spaziale che si è chiusa pochi giorni fa a Tolosa. Un appuntamento tra i più conosciuti per quanto riguarda le attività di subfornitura del settore. Aeromart, infatti, con incontri b2b (faccia a faccia) si propone agli operatori come una piattaforma di scambi e rendez-vous che, col tempo, si è affermata come una delle più importanti occasioni di networking tra produttori, fornitori e cluster. 1.100 le imprese presenti, 2.200 i partecipanti, 40 i Paesi rappresentati, 13.000 gli incontri da affari.

Numeri totali di una manifestazione ai quali si affiancano quelli legati alla presenza del Distretto Aerospaziale Lombardo che, per la prima volta, ha portato a Tolosa nove piccole e medie imprese del territorio: ASSIREVA SRL, G.BARBERI SNC, ITALIANA PONTI RADIO SRL, LOGIC S.P.A., MECAER AVIATION GROUP SPA, MERLETTI AEROSPACE SRL, O.V.S. VILLELLA S.R.L., PATTONAIR SRL, TECNOLOGIE INDUSTRIALI & AERONAUTICHE S.P.A.

“È in momenti come questo – commenta Claudia Mona che, all’interno del Consiglio Direttivo del Distretto Aerospaziale Lombardo, ha la delega per le attività di internazionalizzazione e marketing – che la creazione del Distretto dimostra tutte le sue potenzialità. Siamo riusciti anche questa volta, come già era avvenuto a giugno di quest’anno con la partecipazione all’ILA Airshow di Berlino, a portare le piccole e medie imprese dove da sole difficilmente sarebbero arrivate. La spinta sul fronte dell’internazionalizzazione è una delle priorità che ci siamo dati”.

Tra i 150 incontri che a Tolosa hanno coinvolto le Pmi lombarde dell’aerospazio si contano quelli con operatori leader del mercato mondiale. Tra questi un colosso della portata della Boeing che ha potuto incontrare e conoscere le imprese in un appuntamento organizzato dal Distretto. “Ciò dimostra – continua Claudia Mona – quanto sia importante, da una parte, fare rete, e, dall’altra, quanto l’industria mondiale sia interessata alle competenze che la Lombardia sa esprimere in questo settore industriale, anche a livello di Pmi, non solo di grandi operatori. Le singole piccole e medie imprese aerospaziali del nostro territorio hanno al loro interno le potenzialità tecnologiche, manageriali e organizzative per diventare fornitrici dei più importanti player mondiali del settore. Ciò che manca a strutture piccole e medie, però, sono la capacità e le risorse per arrivare a stringere singolarmente quei contatti che è nostro compito come Distretto agevolare”. Come dire: l’unione fa la forza, ma soprattutto dà alle Pmi le gambe necessarie per correre sui mercati anche lontani.

Una logica con la quale il Distretto Aerospaziale Lombardo continuerà ad operare anche nel prossimo futuro. In programma c’è la partecipazione ad altre importanti manifestazioni fieristiche. Una su tutte, la 49esima edizione del Paris Air Show Le Bourget che si terrà a giugno, dando vita al più grande evento mondiale legato all’industria aeronautica e spaziale.

6 dicembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi