Cinema

Filmstudio festeggia i 20 anni con la pellicola “Precious”

Una sequenza di "Precious"

Sarà “Precious”, rivelazione dell’anno diretto da Lee Daniels, il film in prima visione che accompagnerà i sei giorni di festa per i venti anni dell’associazione Filmstudio 90, che partiranno oggi 3 dicembre e termineranno l’8 dicembre a Varese.

Il film, premio del pubblico al Sundance Film Festival e Premio Oscar, è tratto dal libro omonimo di Sapphire pubblicato in Italia da Fandango. Ambientato nel 1987, è la storia di Claireece “Precious” Jones (Gabourey Sidibe), una ragazza di sedici anni cresciuta in un mondo che nessuno mai vorrebbe conoscere. Claireece è incinta per la seconda volta di suo padre e a casa deve confrontarsi con una madre (Mo’Nique) arrabbiata e violenta che abusa di lei sia psicologicamente che fisicamente. Precious frequenta il primo anno di liceo e, nonostante gli ottimi voti in matematica, custodisce un terribile segreto: è semianalfabeta. Ma la ragazza ha una grandissima tenacia ed è spinta dalla ferma convinzione che esistano altre possibilità per lei…

Interpretato da un cast prestigioso (tra gli altri, Mariah Carey, Lenny Kravitz e Paula Patton), il film coinvolge come pochi e si stampa davvero nella memoria.

All’interno degli eventi del programma “Filmstudio 90: 20 anni di cinema”, che presenta proiezioni, presentazione di libri, incontri e momenti di festa, va però sottolineato l’incontro che si terrà presso la Sala Filmstudio 90 (via De Cristoforis 5, Varese) sabato alle ore 18. Sarà presentato il libro “Cinema, cultura, territorio – Filmstudio ’90 1990-2010”. Un racconto a più voci, edito da Arterigere – Collana La Memoria e dedicato ai primi vent’anni di vita dell’associazione, realizzato per fare il punto su questa esperienza che ha segnato un pezzetto di storia della cultura varesina (e non solo). Giornalisti, scrittori, cinefili, amici descrivono momenti di questa piccola storia, aneddoti, curiosità di un percorso cinematografico (con sconfinamenti in ambito teatrale e musicale) che ha coinvolto tutto il territorio provinciale, dalle prime proiezioni all’Enaip, alla realizzazione della sala in via De Cristoforis, dalle proiezioni del circuito Esterno Notte ai primi cineforum, fino alla costruzione di reti per la promozione culturale. La pubblicazione segue la nascita delle numerose manifestazioni, il lavoro di radicamento in provincia, i successi ed i momenti di difficoltà, anche di fronte ai cambiamenti nella fruizione cinematografica e culturale dovuti alla concorrenza del piccolo schermo, dei canali satellitari e di internet.

All’interno del libro, alla cui realizzazione hanno collaborato anche alcuni stagisti universitari, sono presenti anche una cronologia essenziale ed un inserto iconografico, con le migliori illustrazioni pubblicitarie delle varie rassegne.

A seguire, sarà proiettato il documentario “Multisala… pochi cinema” – indagine sulla percezione del “prodotto cinema” oggi a Varese. Il cortometraggio nasce da un’inchiesta degli allievi del Laboratorio di Giornalismo Televisivo condotto dal giornalista Antonio Franzi all’interno del corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università dell’Insubria. Grazie a un percorso formativo, svoltosi all’interno del Laboratorio Multimediale che ha visto gli interventi del videomaker Christian Cinetto, dell’esperta in comunicazione telematica Marta Ferrari e del docente di comunicazione musicale Corrado Greco, gli studenti hanno realizzato un audiovisivo che - con le testimonianze di operatori del settore, critici e pubblico - vuole cogliere gli elementi della trasformazione culturale, sociale e tecnologica in atto nella fruizione cinematografica.

L’ingresso è libero. Il cortometraggio sarà replicato domenica 5 dicembre alle ore 18.45 e lunedì 6 dicembre alle ore 21 , sempre alla Sala Filmstudio 90, prima della proiezione del film a lungometraggio in cartellone.

Per informazioni: Filmstudio 90, www.filmstudio90.it

3 dicembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi