Varese

“Valori come tesori”, un percorso formativo a Varese

Presentato oggi a Palazzo Estense il progetto “Valori come tesori”, un’iniziativa seguita con grande passione dalla giornalista Alma Pizzi, un percorso formativo suddiviso in diverse tappe e rivolto ad alunni dai 5 ai 10 anni, ad insegnanti, genitori ed ai formatori. 

Come ha ricordato questa mattina l’assessore comunale alle Politiche educative, Patrizia Tomassini, tutto è iniziato il 1 giugno 2009 quando, nel corso della Mariapoli (un evento che si è svolto al De Filippi di Varese per iniziativa del Movimento dei Focolari), si tenne il convegno dal titolo “Vivere la città”. Al convegno furono invitati i rappresentanti di numerose associazioni per condividere un progetto di partecipazione attiva alla vita di Varese, al termine del quale i partecipanti sottoscrissero con il Comune un patto di collaborazione per la Città molto concreto. La collaborazione fra le associazioni ed il Comune di Varese è proseguita nei mesi successivi con l’attenta partecipazione della stessa Tomassini, che ha condiviso e sostenuto tutte le fasi preparatorie del progetto.

Il percorso formativo è stato preceduto da due incontri preliminari il 28 aprile ed il 19 maggio 2010 presso l’istituto “Anna Frank” di Varese. La presenza vivace e coinvolta di oltre 200 educatori in questa prima fase ci ha confermati sulla bontà e sulla necessità del percorso iniziato e che ora pertanto prosegue.  Il progetto “Valori come tesori: per una cultura del positivo” partirà venerdì 14 gennaio con un convegno, tenuto dal professor Michele De Beni, intitolato “Educare oggi: la sfida e il coraggio”. Seguiranno due diversi appuntamenti, in programma lunedì 28 febbraio e lunedì 4 aprile. I tre convegni, che saranno articolati in vari momenti formativi, si terranno sempre presso l’istituto “Anna Frank”.

Promuovere la cultura del positivo, della reciprocità e della creatività nel difficile contesto sociale odierno è una sfida che ha trovato gli “ambasciatori” ideali in Gibì e DoppiaW, due personaggi dei fumetti nati dalla matita di Walter Kostner, disegnatore che trae spunto per le loro storie dalla sua esperienza decennale di educatore tra bambini e ragazzi.  A conclusione del percorso formativo infatti, Villa Mirabello ospiterà dal 30 aprile all’8 maggio la mostra interattiva “Tesori tra Noi”, che riprenderà le tematiche pro-sociali presentandole attraverso i personaggi di Gibì e DoppiaW.

Si tratta di un progetto nato dalla collaborazione tra l’Assessorato ai Servizi Educativi del Comune di Varese e diverse associazioni quali Cesvov (Centro di Servizi di Volontariato della provincia di Varese), Croce Rossa Italiana – Comitato Locale di Varese, Forum delle Associazioni Familiari di Varese, ACLI zona di Varese e Movimento dei Focolari. La Fondazione Comunitaria del Varesotto inoltre, si è impegnata a sostenere parte dell’impegno economico ed ha permesso di avviare con fiducia il Progetto.

Un progetto che sarà in parte finanziato anche dalla vendita di splendide confezioni di panettoni e pandori, che potranno essere acquistati per se stessi o per fare dei bei regali ai nostri amici.

30 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi