Varese

Il Pd in tricolore legge e dice no all’intolleranza

Un momento della lettura del Pd in piazza Monte Grappa

Una lettura di 55 brani letti da 55 tra militanti, simpatizzanti e amici. Pagina dopo pagina il Pd ha proposto, nel pomeriggio, in piazza Monte Grappa, la lettura di un classico della letteratura anni Cinquanta, “Il buio oltre la siepe” di Harper Lee. Un libro contro l’intolleranza, parole scritte per dire che, anche a Varese, non ci devono essere esclusioni determinate da differenze culturali, religiose, di razza. E, soprattutto, un atto di coraggio: siamo tutti italiani e, dunque, nessuna bandiera di parte (o di partito), ma solo il tricolore, la bandiera nazionale.

“Con la parola e un libro assai diffuso nelle scuole – spiega il segretario cittadino del Pd, Roberto Molinari – lanciamo un messaggio culturale: le parole, gli atti, i comportamenti possono veicolare una cultura intollerante e di esclusione nei confronti degli altri. E’ necessario prendere consapevolezza di questo pericolo e combatterlo con una grande iniziativa di sensibilizzazione. Dove impegnarsi tutti insieme, al di là delle appartenenze politiche di ognuno”.

Parecchi i giovani, diversi i simpatizzanti e i militanti del partito di Bersani che, nonostante il freddo e qualche fiocco di neve, hanno continuato a leggere il bel libro dal quale è stato anche ricavato una pellicola con Gregory Peck. Tra i varesini che si sono avvicinati all’iniziativa promossa dal Pd di Varese, anche l’assessore finiano Salvatore Giordano e il consigliere comunale Udc Flavio Ibba. Chissà che non sia l’embrione di una nuova maggioranza per Palazzo Estense…

27 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi