Economia

Giovani, lavoro, diritti. Oggi la Cgil è in piazza

In piazza a Roma la Cgil per chiedere che il lavoro sia ancora una stella polare dell’agenda politica. La crisi è tutt’altro che passata e le politiche messe in atto dal governo sono del tutto inadeguate. Ma un occhio particolare è riservato al futuro del Paese, cioè ai giovani, che da giorni sono mobilitati contro il disegno di una controriforma che punta a tagliare e a non rilanciare la vera risorsa di ogni paese civile. Non manca neppure la questione dei diritti: quelli dei lavoratori che sempre più devono fare i conti con una “deregulation” selvaggia della contrattazione, quelli dei disoeccupati e dei precari, quelli dei tanti stranieri, che in Italia sono considerati un problema di ordine pubblico da forze politiche come la Lega, sempre più decisiva all’interno del gpoverno.

Per tutto questo la Cgil ha deciso di manifestare in piazza, ottava manifestazione in due anni, la prima che vedrà la lombarda Susanna Camusso, segretario generale del sindacato di Corso d’Italia, concludere  la manifestazione con il comizio finale a piazza san Giovanni.

Saranno oltre duemila pullman e treni speciali per portare i manifestanti nella capitale da tutta Italia. Anche dalla nostra provincia sono partiti in settecento per partecipare alla mobilitazione della Cgil. Parteciperanno i segretari dsel Pd, Bersani, e dell’Idv, Di Pietro-.

27 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi