Varese

Futuro e libertà a Varese, un circolo di “under 40″

Il leader di FLI, Gianfranco Fini

“L’appuntamento è di quelli importanti, perché si tratta di raccogliere adesioni su principi e valori, non su partiti e propaganda”, così sintetizza Enrico Argentiero, coordinatore del circolo “Futuro e Libertà per Varese”, la presenza di FLI sabato 27 novembre in centro città.

Saranno raccolte firme a sostegno del “Manifesto per l’Italia”, presentato a Bastia Umbra all’inizio del mese da Gianfranco Fini; un manifesto che esprime valori “normali”, che oggi tuttavia sembrano straordinari, se confrontati con quanto accade ogni giorno. Continua Argentiero: “Saremo anche e soprattutto a disposizione di chi ha delle domande da farci, delle curiosità da soddisfare o dei chiarimenti da chiedere. Parleremo con la gente di quanto succede oggi e, soprattutto, di quello che auspichiamo avvenga domani per la nostra città, Varese, e per l’Italia”.

Il neonato circolo “Futuro e Libertà per Varese” è composto da persone “under 40”, laureati, molti dei quali professionisti in diversi settori e alla prima esperienza politica. “Siamo soddisfatti sia della quantità di giovani presenti, sia della qualità della partecipazione - prosegue Argentiero. “Certo c’è molto interesse da parte dell’opinione pubblica su Futuro e Libertà, soprattutto per la prospettiva che il progetto ha: una destra nuova, per un’Italia da innovare e rinnovare. A Varese non siamo l’unica realtà presente; ci sono ben 4 circoli (più di 30 in tutta la provincia), oltre a 2 raggruppamenti giovanili. Saremo tutti presenti sabato 27 novembre al gazebo, dove ci alterneremo per garantire la massima disponibilità alle persone interessate”.

26 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi