Economia

Pmi Day, le piccole aziende si aprono alla scuola

Un momento dell'incontro a Mornago

Le piccole imprese del territorio si aprono alla realtà della scuola. Anche a Varese è Pmi Day. Si è svolta ieri nel Varesotto la prima Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese organizzata in tutta Italia da Confindustria e intitolata “Industriamoci”. Nella nostra provincia l’iniziativa è stata portata avanti dal Comitato Piccola Industria dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese che, per l’occasione, ha puntato sulle scuole medie e il suo corpo docente. Un gruppo selezionato di professori ha partecipato all’incontro organizzato all’interno della Dimontonate Floccati Spa di Mornago, impresa specializzata nella lavorazione e nel floccaggio di materie plastiche, carte e tessuti. Una realtà produttiva di non più di 40 dipendenti che ha fatto da contesto a un incontro organizzato con un duplice scopo: mostrare come è organizzata una piccola impresa, far emergere con i numeri l’importanza che le Pmi rappresentano per il mercato occupazionale varesino. Come dire: anche, e forse soprattutto da qui, passano importanti opportunità di lavoro per i ragazzi che escono dagli istituti tecnici. Una scelta, dunque, quella del proseguo degli studi nelle specializzazioni tecnico-industriali dopo la licenza media, che ha tutte le carte in regola per essere premiante, per garantire un futuro professionale avvincente ai giovani.

È questo il messaggio che il Comitato Piccola Industria dell’Unione Industriali, presente al completo all’appuntamento, ha voluto lanciare ai professori. “Nell’ambito della prima Giornata della Piccola Impresa promossa a livello nazionale da Confindustria – ha spiegato il Presidente della Piccola Industria varesina, Alberto Testa – abbiamo voluto coinvolgere i docenti delle scuole medie inferiori in quanto soggetti fondamentali per le scelte future dei ragazzi riguardanti il completamento della loro formazione, culturale e professionale”. È già partire dai più giovani che, per il Comitato Piccola Industria varesino, deve essere fatto quello sforzo, portato avanti da anni dall’associazione, di valorizzare il contributo della cultura tecnica alla capacità di crescita del Paese. Che dipende, prima di tutto, dal sistema manifatturiero. E, in particolare, dalla sua colonna portante: quella rappresentata dalle Pmi. A dirlo sono i numeri snocciolati da Alberto Testa: “Il Comitato Piccola Industria rappresenta, all’interno dell’Unione Industriali, le imprese con meno di 100 dipendenti, parliamo in pratica del 91% della compagine associativa. Non solo, l’80% delle imprese ha meno di 50 dipendenti”. Cifre che danno l’importanza di queste realtà. Con un ruolo, ha sottolineato ancora Testa ricordando lo spirito con cui è stato organizzato il Pmi Day, “di stabilizzatore dell’economia italiana, che ha consentito di minimizzare gli effetti della crisi che stiamo ancora vivendo”. Anche in questo caso il messaggio ai professori presenti all’incontro è stato chiaro: la piccola impresa è un perno per il benessere in generale. Sia come Sistema-Paese. Sia come opportunità di crescita professionale dei singoli ragazzi. Soprattutto in provincia di Varese.

Ne è un esempio la Dimontonate Floccati Spa: “La nostra azienda – ha spiegato il Presidente della società, Alfeo Rosa – ha voluto aderire al Pmi Day perché crediamo sia fondamentale far conoscere ai docenti e, attraverso loro, ai ragazzi, il contesto in cui operiamo ogni giorno. Una realtà sulla quale aleggia un alone di falsi miti e idee distorte. Nella nostra, come in altre piccole imprese del territorio, si fa ricerca e innovazione, si parlano lingue straniere, si coltiva la crescita professionale dei singoli. La Dimontonate appartiene al settore delle lavorazioni delle materie plastich. Chi pensa di considerare nel suo futuro uno sbocco simile, deve prevedere che si tratta di una tipologia di lavoro che richiede ai tecnici e agli operatori coinvolti direttamente nella produzione orari a turni (3 x 8 ore) a volte limitati ai giorni feriali, a volte con ciclo continuo, lungo tutto l’arco dell’anno, domeniche e festività incluse. In strutture produttive come queste i nostri figli possono trovare non solo un’importante e solida opportunità di lavoro, ma anche un luogo dove crescere in competenze e realizzazione personale. Questo delle piccole imprese manifatturiere non lo dice mai nessuno. È ora di cominciare a farlo”.

21 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi