Varese

Pd: no alla “macelleria sociale” di Berlusconi

Dura presa di posizione del segretario cittadino Pd, Roberto Molinari, contro i tagli del governo Berlusconi nei confronti del mondo delle associazioni e delle Onlus. “Sfiducia. Frustrazione. Questi i sentimenti che cogliamo tra i volontari delle diversi associazioni e Onlus della città e della provincia di Varese – dice Molinari -. Lo scorso marzo il governo Berlusconi ha abolito le agevolazioni sulle tariffe postali ( maggiori beneficiarie proprio le associazioni e le Onlus ) provvedimento questo che ha provocato un aumento della spesa pari al 340% e che è destinato a salire ad oltre il 500% entro la fine del 2011. Oggi, con la Finanziaria in discussione, oltre al danno la beffa. I cittadini indicano nella loro dichiarazione dei redditi di destinare il 5 per mille alle Onlus. Berlusconi e Tremonti decidono di ridurre, dopo che la volontà degli italiani è già stata espressa, ad un quarto i soldi spettanti”.

Si passa da 400 milioni di euro ( sia pur dati con due anni di ritardo ) a soli 100 milioni. Non solo, sarà il Ministero a stabilire chi avrà diritto ai soldi e chi no e questo alla faccia della volontà di quanti hanno sottoscritto il 5 per mille. “Rabbia, sconcerto e delusione per le 721 Onlus presenti in provincia di Varese di cui oltre 170 nella sola città di Varese. Tagliate le rimesse ai Comuni, tagliato il fondo nazionale per le politiche sociali ed ora tagliati anche i fondi che i cittadini destinano al volontariato. Insomma, macelleria sociale”.

Conclude il segretario cittadino del partito di Bersani: “Siamo certi che i parlamentari del Pd faranno le barricate di fronte ad un intervento di siffatta portata e, siamo altrettanto certi che, l’On. Daniele Marantelli e il Sen. Paolo Rossi sapranno interpretare al meglio con la loro azione i sentimenti delle centinaia di volontari e delle migliaia di persone che sono seguite dalle Onlus varesine, opponendosi, ancora una volta, di fronte a chi vuole diffondere solo sfiducia e frustrazioni tra i cittadini”.

20 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Pd: no alla “macelleria sociale” di Berlusconi

  1. una volontaria il 21 novembre 2010, ore 15:03

    E’ una vera vergogna degna, però, di questo governo!!! Non mi stancherò mai di dirlo (anche se parlando con amici e conoscenti mi rendo conto che non capiscono…sono totalmente anestetizzati nel cervello…) questo governo vuole farci diventare dei burattini non pensanti…e ci sta riuscendo alla perfezione! con molti ci è già riuscito!! Basta mettere insieme i pezzi del puzzle: riforma della scuola, meno fondi a teatri e a tutto il mondo della cultura, tagli al sociale e volontariato, tv spazzatura (salvo report, che tempo che fa e vieni via con me, e pochi altri) …possibile che gli altri non capiscono, non vedono queste cose? Ma sono io ad essere un’aliena? Fatemi sapere! Io, intanto, continuo a dedicare il mio tempo al volontariato…

    Una volontaria VAMIO (volontarie assistenza minori in ospedale) e Unicef

Rispondi