Gavirate

Grande successo per la kermesse del corto al Chiostro

Un momento della kermesse del corto al Chiostro

Un vero successo, la kermesse che l’associazione “Il Cavedio” ha organizzato ieri sul corto nell’impareggiabile cornice del Chiostro di Voltorre (Gavirate), e condotto dai simpatici Laura Sangiorgi e Giovanni Dacò. In tanti, soprattutto giovani, hanno partecipato alla manifestazione “Il giorno più lungo del corto”, un’ampia vetrina delle iniziative e delle attività messe in campo dalla realtà di via Cavallotti diretta da Fiorenzo Croci. Una presenza “a geometria variabile”, incrocio del popolo dei poeti, di quello degli illustratori e degli artisti, di quello dei giovani che si dedicano a cinema e teatro. Una lunga serie di momenti diversi, letture, interviste, concerti, proiezioni e, molto attese, premiazioni dei concorsi, hanno accompagnato tutto il pomeriggio di ieri, dalle prime ore alla sera.

Certamente di notevole interesse l’incontro con i tre autori che hanno pubblicato le loro opere più recenti con le edizioni “Il Cavedio”. Sono stati intervistati dallo scrittore Paolo Franchini il poeta Aldo Selleri, che si è soffermato, presentando il suo libro “Buenos Aires è una donna che balla il tango”, sui rapporti tra poesia e musica (“ogni poesia per me è come un passo di danza”, ha detto Selleri). Dall’Argentina al Giappone con Anna De Pietri, la scrittrice che ha proposto il suo “Nuvole in una parte di cielo”, un’opera generata sul filo dell’interesse della scrittrice per “l’arte della spada” di natura orientale. Infine l’atteso esordio di Luca Chiarei, robusto poeta che più volte si è fatto apprezzare in reading, e che ha proposto il volume “Derive”, che oltre a presentare i componimenti di Chiarei, è stato impreziosito dall’artista-poeta Gaetano Blaiotta.

Autori, questi, che hanno unito le loro riflessioni alle letture, di grande suggestione, fatte al Chiostro da Maria Carmela Costabile e Massimo Rolandi, allievi di Nicola Tosi, anche lui presente come lettore.

Numerosi i premi assegnati nelle varie sezioni del concorso indetto dal “Cavedio”. A partire da quello dedicato a illustrazione e fumetto (con mostra annessa in alcune sale del Chiostro), che vedeva in giuria la bravissima illustratrice Chiara Dattola, oltre al fumettista Roberto Laforgia e al pittore Samuele Arcangioli. E’ poi stata la volta dei premi e dei riconoscimenti assegnati ai ragazzi che hanno partecipato al concorso di scrittura giunto alla sua settima edizione, con oltre 600 opere  iscritte e valutate dalla giuria. Una conferma della felice intuizione del corto come forma espressiva nell’arte e in narrativa.

Ma il momento più atteso ieri è stata certamente l’anteprima della pellicola “L’uomo col toscano”, un giallo tratto da un racconto di Paolo Franchini e con la regia di Matteo Comolli. Un corto tutto girato in una Varese notturna e piovosa, con personaggi e location rigorosamente varesini. Il film è davvero pari alla sua fama, e tra l’altro propone un cammeo eccezionale con un Lutring, il “solista del mitra”, che parla in un bellissimo dialetto milanese stretto, sottotitolato in italiano. Da segnalare infine la graziosa ed espressiva protagonista femminile, la giovane giornalista Carlotta Girola, che interpreta il ruolo di una ragazza misteriosa e piuttosto curiosa. Una curiosità che le costerà molto cara. Lunghi applausi al termine della proiezione.

- FOTOGALLERY

15 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Grande successo per la kermesse del corto al Chiostro

  1. Varese Report, 15/11/2010 « La Gazzetta del Pallido il 15 novembre 2010, ore 10:24

Rispondi