Varese

Sacro Monte, un tavolo per andare oltre i parcheggi

Pochi varesini forse sanno che esiste un Piano di gestione Unesco del Sacro Monte di Varese. Un piano che cerca di fare sistema tra i  beni culturali e paesaggistici dell’area nel suo complesso, cercando di renderla più attrattiva per i turisti e anche per proteggerla. Questa mattina si è riunito il tavolo che coinvolge tutte le realtà che possono dare un loro contributo. Lo ha presieduto l’assessore alla Promozione del territorio del Comune, Enrico Angelini e attorno al tavolo si sono sedute realtà come la Fondazione Paolo VI per il Sacro Monte, Varese Europea, Federalberghi, Varese Convention&Visitors Bureau, Pro Loco Varese, Gli Amici del Sacro Monte, la terza Circoscrizione.

Era un anno che il tavolo non veniva convocato, e certamente non è stato irrilevante il dibattito che si è acceso nelle ultime settimane sulla questione parcheggi al Sacro Monte. I partecipanti al tavolo, negano che si parli di parcheggi, ma la cosa viene confermata dall’assessore. “Il tavolo è un modo per affrontare le necessità del Sacro Monte in un’ottica più ampia rispetto a quella che si occupa dei soli parcheggi”, dice Angelini. “Oltre al tema della fruibilità, c’è la questione di come e cosa si debba progettare per la montagna sacra, e questo può essere fatto chiamando attorno al tavolo le varie competenze, con un metodo di concertazione e guardando al futuro, ad appuntamenti importanti come l’Expo 2015”.

Sul fatto che il Sacro Monte di Varese debba essere rilanciato, non ci sono dubbi. Iniziative, scelte di sistema rispetto agli altri Sacri Monti Unesco, proposte innovative di promozione del territorio, vanno bene. Ma nello stesso tempo resta, pesante come un macigno, il problema parcheggi, che si porta dietro le divisioni tra partito e partito in Comune, oltre alle differenze di vedute tra Comune e Regione. Parecchie divisioni alle quali va aggiunto il fatto che piano di gestione e piano parcheggi stanno camminando ognuno per conto suo a Palazzo Estense. Forse è venuto il momento di studiare qualche convergenza in più.

10 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi