Canton Ticino

Regio Insubrica: dopo Usi e Credit Suisse, divorzia Stabio

La Regio Insubrica continua a perdere pezzi per strada. Dopo le dimissioni dell’Università della Svizzera Italiana  e del Credit Suisse, ora anche il Comune di Stabio ha deciso di chiudere con la comunità di lavoro Regio Insubrica. A proposito delle dimissioni dell’Usi, il presidente della Regio e presidente della Provincia di Varese, il leghista Dario Galli, aveva minimizzato nel corso di una conferenza stampa a Villa Recalcati. Ma ora le uscite continuano e la vita della Regio è sempre più appesa ad un filo.

Una delle ragioni del divorzio da parte di Stabio è proprio in una delle affermazioni di Galli davanti ai giornalisti. Quelle relative al collegamento autostradale Varese-Lecco via Stabio per risparmiare il parco pineta di Tradate. Una presa di posizione che il Comune di Stabio considera una “totale mancanza di rispetto verso gli Enti ed i Comuni svizzeri che fanno parte di questa comunità di lavoro”.

Il presidente Galli, oltre ad esprimere il dispiacere per il risentimento del sindaco di Stabio, ribadisce che in una lettera a lui diretta spiegava anche che “l’argomento del collegamento Varese Como era all’interno di un discorso più generale e che l’eventuale tracciato che prevederebbe un tratto nel Canton Ticino, alternativo a quello oggi ipotizzato, non è una mia personale idea, ma la ripresa di un vecchio progetto in circolazione da anni”.

Resta il fatto che sotto la presidenza attuale si continuino a registrare abbandoni, una tendenza che molti guardano con preoccupazione.

10 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi