Napoli

Oplepo, capricci ed enigmi. E un bel premio a Valduga

La poetessa Patrizia Valduga

E’ iniziato il 9 novembre e terminerà il 13 a Napoli, il convegno interamente dedicato alla letteratura potenziale in occasione di due anniversari: il 50° della fondazione dell’Oulipo (Parigi, 1960) e il 20° di quella dell’Oplepo (Capri, 1990). La XVI edizione di caprienigma, comprenderà letture, performance, spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche, presentazione di libri. Un’occasione anche per ricordare Edoardo Sanguineti (9.12.1930-19.05.2010), presidente dell’Oplepo, scomparso giusto nel mezzo del suo ottantesimo anno di vita il mattino del 19 maggio a Genova: “Eravamo pronti a festeggiare i suoi 80 anni nel corso del convegno sulla letteratura potenziale di Napoli. – dichiarano gli organizzatori – Non ce l’ha fatta. Abbiamo fatto in tempo a pubblicare la sua plaquette, un ultimo suo “capriccio”; oplepiano, questa volta. Il sonetto, che chiude la plaquette, pare quasi scritto da Sanguineti nella consapevolezza di trovarsi all’epilogo dei propri giorni.”

epilogo, ovvero sonetto

posso anche, caro mio, chiudere in versi

spiegando che si illude, per sedurre

(e molto ci si illude) con diversi

accorgimenti: vedi che ridurre

a tutto si può un niente (con perversi,

come noi, poliformi) onde condurre

il tutto a un niente (e qui, bene conversi

e convertìti, è possibile addurre

esempi, i favorevoli, gli avversi,

senza fine, onde, quindi, indurre e abdurre

abducendo, inducendo, i presi, i persi

che noi saremo: e aiuto, occurre, accurre!)

lunga è la storia, e me, qui, mi congedo:

io ho detto e molto e poco, forse, credo:

Ma cosa sia l’OpLePo non è notissimo: l’Opificio di Letteratura Potenziale persegue la composizione di “testi costruiti secondo regole precise aprendo la molteplicità “potenziale” di tutti i testi virtualmente scrivibili secondo quelle regole, e di tutte le letture virtuali di quei testi.” Così cerca di definirla Italo Calvino che la utilizzò nell’elogio funebre di Perec – (“Perec, gnomo e cabalista” – la Repubblica 6 marzo 1982).

Guardando da vicino questa XVI edizione di caprienigma in cui è calato il convegno sulla letteratura potenziale ne identifichiamo le location: Istituto Cervantes, Institut Français, “Le Grenoble”, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, Palazzo San Teodoro, Sala Filangieri. Poi ne esaminiamo il programma, ove largo spazio è data alla traduzione, la sezione che approfondisce con interventi mirati un aspetto delicatissimo. Albani scandaglia i “plagiari”, Ganmattei su Flaiano, Podeur sulla traduzione di Queneau, Bérnabou, D’Oria, Eruli e Fournel, D’Oria, Kierkia, Bénabou, Brignoli, Eruli, Fournel, Aragona, Bloomfield, Addòmine e Vicari che affrontano istruzioni per una traduzione di Perec, precursori Oulipo, come Victor Hugo, diagonale di Cantor e acrostici di Poe e l’annosa questione della traduzione di testi nella sezione delle “costrizioni” “contraintre e sans contraintre?”. Interessante, quindi affrontare l’uso pedagogico della scrittura libera per entrare nel vivo dei due anniversari con prospettive future, testimonianze e istruzioni per l’USA. La sezione dedicata al Potere del Potenziale è aperta da Aragona e testimoniata da Massarenti, Cavazzoni e Serra per finire a quel potenziale di Ellis Island per voce di Durante (erranza e speranza) e dello stesso autore, Viscusi (lo spostamento costretto).

Doverosi i riconoscimenti: il CSS Teatro stabile dell’innovazione del Friuli Venezia Giulia presenta “L’arte di abbordare il proprio capufficio per chiedergli un aumento” di George Perec, con lettura di Maffei e regia di Marinuzzi, e la consegna a quest’ultimo del VII Premio caprienigma per l’arte.

Sabato 13 si celebrerà “Edoardo Sanguineti, assente ingiustificato” una tavola coordinata da Saccone i cui posti sono occupati da Odifreddi (Creatività, istruzioni per l’uso), Valduga (L’invenzione della creatività), Ferraris (Istruzioni per non essere creativi) e Aragona (Sanguineti e il fascino della contrainte). Ed ovviamente la consegna del VII premio caprienigma per la letteratura a Patrizia Valduga.

Seguiranno möbiusazioni?

10 novembre 2010 ombretta diaferia redazione@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi